Quotidiani locali

Una notte in centro a Modena tra gli zombi per il “Ghirlandina Apocalypse”

Un sabato sera decisamente insolito quello vissuto ieri lingo le strade del centro storico dove è andata in scena la prima edizione del gioco “Ghirlandina Apocalypse” Per tre ore, infatti, il cuore...

MODENA. 200 sopravvisuti in giro per le vie del centro alla ricerca dell’antidoto per salvare la città dal virus letale e difenderla dagli zombie. Questa è stata la mission di “Ghirlandina Apocalypse”, lo zombie game che si è tenuto sabato sera in centro storico, riscuotendo grande successo, non solo fra i partecipanti ma anche tra i tanti modenesi che hanno incrociato per la strada gli zombie affamati, in cerca di “carne fresca”.

Ghirlandina Apocalypse, gli zombi invadono il centro di Modena Decisamente riuscita la prima edizione di "Ghirlandina Apocalypse", il gioco a squadre organizzato per le strade del centro di Modena, che ha visto personaggi truccati da zombi aggirarsi per le strade di Modena. A dare loro la caccia squadre di concorrenti. Il tutto in perfetto stile Walking dead. Videoracconto di Gino Esposito con interviste di Serena Fregni Il racconto

Il gioco ha previsto una suddivisione dei partecipanti in sei gruppi, ognuno con il proprio percorso da compiere per arrivare alla tappa finale, davanti alla Manifattura Tabacchi dove il team più veloce è riuscita a salvare la città dal virus letale. Un gioco dove ovviamente erano presenti anche finti militari, con tanto di pistole e mitra a difendere i poveri umani in fuga dagli zombie. "E' stato un esperimento che ha richiesto un'organizzazione intensa - ha commentato Vincenzo Malara, direttore artistico dell’evento.

Non era mai stato organizzato uno zombie game in un centro storico così vasto e il risultato è stato soddisfacente, anche se ho già in mente diverse rivoluzioni per l'eventuale seconda edizione, a partire da un percorso più breve e l'introduzione di zombie ancora più spaventosi. La cosa più bella è stato vedere così tanta gente divertirsi e spaventarsi negli angoli più suggestivi del nostro centro".

La parte più divertente è stata la preparazione degli zombie, dove il trucco è fondamentale: “Più sangue c’è e meglio è - commenta Carlotta, una delle zombie truccatrici - bisogna rendere realistico il trucco da zombie, insieme al bianco e a colori che ricordano la morte e la putrefazione”. Anche il truccatore bolognese Maxx Melato era presente, travestito da zombie - SS e il suo trucco è tutto merito suo: “Mi sono truccato da solo e ho fatto diventare dei perfetti zombie anche diversi partecipanti, per me è un lavoro e una passione che va avanti da svariati anni”.

Un trucco che è riuscito nell’intento: creare dei perfetto zombie, un incrocio tra gli affamati della nota serie tv americana “The Walking Dead” e quelli creati da George A. Romero nel 1968 per il cult “La notte dei morti viventi”. Dopo il gioco tutti i partecipanti sono tornati al punto di partenza, il locale “La lambruscheria”, dove il titolare Alessio Bardelli ha accolto la folla con buon vino per tutti. L’evento è stato realizzato in collaborazione con Ombre d’arte - associazione culturale, ZombieE2.0, con il supporto del locale La Lambruscheria e patrocinata dal comune di Modena.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista