Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il “gioco” del cinese La scuola di lingua di Isabella Silvestri

Un blog e poi l’intuizione di insegnare ai bambini lessico, storia, cultura e del “paese del dragone”

Il cinese è la lingua più parlata al mondo e nelle scuole dell'infanzia italiane il suo insegnamento riguarda pochissime realtà, meno di cinque su tutto il territorio nazionale. In provincia di Modena viene insegnata a San Cesario sul Panaro. «Amo la lingua cinese e la Cina, non solo da un punto di vista linguistico ma anche storico, filosofico e artistico e mi piace l'idea di trasmettere ai bambini un messaggio di amore carico di passione e di positività».

Isabella Silvestri di Frassinoro, u ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Il cinese è la lingua più parlata al mondo e nelle scuole dell'infanzia italiane il suo insegnamento riguarda pochissime realtà, meno di cinque su tutto il territorio nazionale. In provincia di Modena viene insegnata a San Cesario sul Panaro. «Amo la lingua cinese e la Cina, non solo da un punto di vista linguistico ma anche storico, filosofico e artistico e mi piace l'idea di trasmettere ai bambini un messaggio di amore carico di passione e di positività».

Isabella Silvestri di Frassinoro, un passato lavorativo da impiegata commerciale addetta all'esportazione di marchi ceramici italiani in Cina, tiene il blog “AvviCINArsi - Una Cina più viCina” e ha deciso di condividere questa passione con le nuove generazioni, insegnando ai bambini questa affascinante lingua.

«I bambini hanno diritto di vedere quanta bellezza c'è nel mondo e in altre culture. Si giudica se si ha paura. Si ha paura se non si conosce - sostiene Isabella - Devo ringraziare Gioia, mia figlia, che mi ha permesso di sperimentare da subito l'apprendimento precoce dei bambini. Implementando giochi e passatempi quotidiani come il pongo, nascondino, disegno con la lingua cinese, è scattata in me la voglia di condividere con altri bambini questa esperienza».

E mentre Gioia si diverte a disegnare caratteri, apprendere parole nuove e a cantare brevi canzoni in lingua cinese, Isabella si è lanciata nell'insegnamento: «Privatamente ho sempre insegnato e quest'anno sono stata felicissima di essere riuscita in un'impresa titanica, almeno per Modena e provincia, cioè quella di riuscire ad attivare un corso di lingua e cultura cinese per bambini dai 4 ai 10 anni presso la Ludoteca Manine d'Oro a Modena» racconta Isabella. Questa esperienza è proseguita con laboratori in collaborazione con i Comuni di Frassinoro e San Cesario sul Panaro e con la scuola parrocchiale paritaria Sacro Cuore di San Cesario.

«Presentando la mia attività all'assessore Paola Vezzelli del Comune di San Cesario e alla coordinatrice Laura Casagrande della scuola Sacro Cuore, ho avuto il piacere di essere accolta in progetti ludo-didattici per i bambini. Sempre la scorsa estate, grazie alla collaborazione del Comune di Frassinoro e in particolare dell'assessore Lara Brivio, ho avuto modo di presentare altri tre laboratori per bambini dai 4 agli 11 anni. La cosa che mi meraviglia piacevolmente della lingua cinese - prosegue Isabella - è la semplicità con cui i bambini ci giocano, senza timore, senza preconcetti, mettendosi in ascolto».

Riconoscere il giusto valore che didatticamente è presente nella lingua cinese e legarlo ad un riconoscimento interculturale del progetto stesso: è questo il concetto che guida l'attività di Isabella.

«Oltre che dalla felicità dei bambini nello sperimentare una lingua e una cultura diversa, sono rimasta piacevolmente sorpresa dalla forte adesione riscontrata ed è con grande piacere che annuncio la partenza di progetti a medio- lungo termine nelle scuole dell'infanzia Sighicelli e Sacro Cuore di San Cesario. Con un approccio ludo-didattico i bambini di 4 e di 5 anni conosceranno le prime basi della lingua e della cultura cinese anche come strumento di maggiore consapevolezza culturale e incontro con l'altro. Questo progetto nasce sempre dalla collaborazione con l'assessore Vezzelli, con la coordinatrice della scuola Sacro Cuore Laura Casagrande e con la dirigente scolastica dell'Istituto comprensivo Pacinotti Silvia Zetti».