Quotidiani locali

Vai alla pagina su Vascomania
Modena, operazione Vasco Rossi: scatta il piano anti-caos

Modena, operazione Vasco Rossi: scatta il piano anti-caos

Treni speciali, parcheggi lontano dalla città con un sistema di navette che servirà tutta la provincia. L’organizzazione “donerà” per il parco Ferrari 150mila euro

MODENA.  Le grandi manovre sono iniziate. Mancano sei mesi al concerto-evento destinato a rimanere nella storia di Modena, sei mesi al “ritorno a casa” di Vasco Rossi e la macchina organizzativa è già ben avviata. In Comune, infatti, si susseguono incontri ed appuntamenti, una riunione anche due giorni fa ha voluto mettere nero su bianco l’agenda delle prossime,

Vasco Rossi, il piano anti-caos per il concerto di Modena Il comune di Modena si sta già attrezzando per il concertone di Vasco Rossi dell'1 luglio a Modena per evitare il caos nella città durante la settimana dell'evento. A disposizione treni speciali, navette e posti auto assegnati(a cura di Claudia Accogli)LEGGI L'ARTICOLO

fitta di impegni logistico-organizzativa. Il primo grande appuntamento è fissato per martedì prossimo, 17 gennaio, quando il concerto sarà presentato ufficialmente e soprattutto si capirà alla perfezione come funzionerà la vendita dei biglietti.

leggi anche:

Quanti tagliandi in vendita? In Comune confermano che si ragiona di un’area spettacolo pronta ad accogliere duecentomila persone. Una città nella città. Ma dove troverà posto “la città di vasco”?

Qui cominciano i movimenti. Il primo problema riguarderà la viabilità, per evitare che la zona attorno al parco Ferrari si paralizzi per almeno una settimana. Alla Regione il sindaco ha chiesto un impegno formale per garantire treni speciali a supporto dell’evento.

A Modena il primo luglio 2017 il concerto per i 40 anni di carriera di Vasco Rossi Il 1 luglio 2017 è la data scelta da Vasco Rossi per il concerto celebrativo dei primi 40 anni di carriera. L'annuncio arriva dallo stesso cantante, in occasione dell'uscita del singolo "Un mondo migliore". Appuntamento al parco Ferrari di Modena Speciale Vascomania

Dalla stazione centrale, poi, chi arriverà con biglietto alla mano potrà proseguire a piedi o utilizzando una rete di navette che potranno godere di corsie preferenziali e collegheranno diverse zone della città al luogo dell’evento. Ma, si sa, tutto questo non basterà. L’auspicio di Muzzarelli, infatti, è che tutta la provincia viva l’evento in prima linea.

leggi anche:

Così i treni speciali potrebbero arrivare anche a Carpi, mentre i parcheggi speciali, che saranno allestiti ad alcuni chilometri dal centro della città, coinvolgeranno anche altri comuni a ridosso del confine con Modena. Un luogo strategico, da questo punto di vista, potrebbero averlo anche l’aeroporto di Marzaglia, Ponte Alto, l’autodromo di Marzaglia, il piccolo aeroporto di Sassuolo, tutte zone molto ampie e dotate di servizi. Già, perché non ci saranno solo i modenesi a Modena Park.

Scandalo bagarinaggio, Vasco Rossi sospende il rapporto con Live Nation Il cantante, tramite la società che si occupa dei suoi contratti, ha fatto sapere di avere "attualmente sospeso ogni rapporto commerciale con Live Nation e si riserva di agire per vie legali essendo totalmente estranea a quanto emerso dal servizio giornalistico. Il concerto di Modena organizzato con Live Nation sarebbe "congelato". L'articolo

Tanti, tantissimi, arriveranno da tutta Italia e si sa che le sole strutture ricettive della città, per altro già verso il tutto esaurito per quel week end, non basteranno a soddisfare le richieste. Così anche Sassuolo, ad esempio, potrà giocare il suo ruolo, come Carpi, Maranello e i comuni con una dotazione alberghiera importante e utile a soddisfare le tante richieste. L’obiettivo è, appunto, evitare di congestionare Modena di auto, garantendo un sistema di parcheggi che vada, magari, di pari passo con i biglietti come avviene nei più grandi concerti in giro per il mondo: chi arriva in auto con il biglietto del concerto ha già anche il suo posto macchina assegnato.

leggi anche:

Venendo, invece, al parco Ferrari, è la sicurezza, al momento, l’aspetto principale. Per potere ospitare in modo adeguato così tante persone, non si può sbagliare di una virgola.

Il palco, come detto, sarà posizionato sul lato di via Emilia Ovest e, appunto, guarderà tutto il parco. La zona di prefiltraggio sarà piuttosto ampia e molto probabilmente la recinzione del “Ferrari” sarà smontata in occasione dell’evento per garantire al massimo la fruibilità delle vie di fuga.

Il tema del verde è in cima alla lista dei problemi, ma su questo il Comune si sente tutelato: 150mila euro arriveranno proprio dal bilancio dell’evento per ripristinare e, se possibile, migliorare il verde del Parco Ferrari.

Davide Berti

leggi anche:

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare