Quotidiani locali

Una raffica di proroghe targate Pd

Hanno passato il vaglio della Commissione Bilancio e della Commissione Affari costituzionali del Senato cinque emendamenti al dl Milleproroghe riguardanti il terremoo presentati dai senatori emiliani...

Hanno passato il vaglio della Commissione Bilancio e della Commissione Affari costituzionali del Senato cinque emendamenti al dl Milleproroghe riguardanti il terremoo presentati dai senatori emiliani del Pd Stefano Vaccari (nella foto), Claudio Broglia e Maria Cecilia Guerra. Tra questi la proroga fino alla fine del 2017 della sospensione dei mutui accesi dai privati sulle case ancora inagibili; la proroga fino al 2018 della sospensione del pagamento delle rate dei mutui concessi dalla Cassa depositi e prestiti agli Enti locali; la proroga al 2019 delle cosiddette Zone franche urbane e la proroga dell’esenzione dal pagamento dell’Imu sugli edifici ancora inagibili fino al 31 dicembre 2018. A queste proroghe si aggiunge la riduzione del taglio per i Comuni del 50% del Fondo di solidarietà, provvedimento che riguarda tutti i Comuni terremotati, anche quelli del Centro Italia. Per quelli emiliani si tratta di 4,5 milioni circa che vengono restituiti ai Comuni.

«Siamo particolarmente soddisfatti del risultato raggiunto - confermano i senatori Vaccari, Broglia e Guerra - Ancora una volta, a distanza di quasi cinque anni dal sisma che colpì le nostre terre, siamo stati in grado di affermare le ragioni e le richieste provenienti dal livello locale verso il livello nazionale. Mentre altri partiti parlano e basta, ci siamo fatti portavoce a Roma, presso il Governo, delle esigenze

espresse dai nostri territori, in continuo contatto con cittadini, imprese, Comuni e Regione. Una modalità virtuosa che, in questi anni, e ancora una volta, si è rivelata efficace e produttiva». I provvedimenti hanno passato il vaglio anche della prima Commissione Affari costituzionali.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon