Quotidiani locali

cambia il regolamento dell’unione

Case popolari, è emergenza Ci sono 502 persone in attesa

VIGNOLA. Durante l’ultimo consiglio dell’Unione Terre di Castelli, sono state approvate delle modifiche al regolamento per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica (cioè le...

VIGNOLA. Durante l’ultimo consiglio dell’Unione Terre di Castelli, sono state approvate delle modifiche al regolamento per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica (cioè le case popolari) sul territorio del distretto. Ad illustrare cosa cambia è stato l’assessore alle Politiche abitative e sindaco di Castelnuovo, Carlo Bruzzi, che ha ricordato innanzitutto come il patrimonio abitativo pubblico dell’Unione sia comunque insufficiente: al 31 dicembre 2016, erano infatti 502 le domande non ancora evase per mancanza di appartamenti.

Passando poi ad illustrare cosa cambia nel regolamento per le assegnazioni, Bruzzi ha detto che il criterio generale seguito è stato quello di “un’armonizzazione a livello provinciale di questo regolamento”, poi ha evidenziato che le modifiche sono state apportate su due piani: uno di natura normativa, l’altro relativo al punteggio che viene assegnato a ogni domanda. Tra le modifiche apportate sul piano normativo, è stato introdotto il fatto che se un cittadino rinuncia immotivatamente all’alloggio che gli è stato assegnato, decade automaticamente dalla graduatoria. Altra modifica introdotta è che i Comuni possono destinare una certa quantità di alloggi a determinate categorie di cittadini, come ad esempio persone di una certa età.

Un terzo cambiamento riguarda le tempistiche: il soggetto assegnatario di un appartamento ha 15 giorni di tempo per accettare o rifiutare, dal giorno della presa visione dell’immobile. Anche la tabella dei punteggi per accedere agli alloggi popolari ha cercato di adeguarsi al resto della provincia. Il massimo del punteggio ottenibile è 110 e quattro sono gli

ambiti di valutazione: condizioni soggettive (35 punti), condizioni sociali (20), condizioni oggettive (20) e condizioni economiche (35). Un ultimo accorgimento è relativo all’assegnazione di punti se un soggetto segue il percorso indicatogli dai Servizi sociali dell’Unione. (m.ped.)

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik