Quotidiani locali

Nicoletta Mantovani e il tributo a Pavarotti:«Un onore ricordare Luciano all’Arena» 

Le vedova del tenore torna sulle critiche alla scelta di Verona «Tempio della lirica. A Modena tanti big, mai eventi minori»

«Il cuore è e resta a Modena, ma un evento dedicato a Luciano in un tempio della lirica mondiale, quale è l’Arena, credo sia un qualcosa che possa rendere orgoglioso ogni modenese...»
Nicoletta Mantovani spiega così la decisione di accettare con entusiasmo la possibilità di rendere omaggio al marito, nel decennale della morte a Verona, E non a Modena.
L’appendice di spiegazione, dopo quella fornita a botta calda alla Gazzetta di Modena il giorno dell’annuncio, è arrivata ieri sulle onde di Radio Bruno che nel corso della mattinata ha contattato l’organizzatrice dell’evento per farsi raccontare la genesi dell’evento.
La chiacchierata radiofonica con la conduttrice Clarissa Martinelli, è stata occasione per sentire la replica di Nicoletta Mantovani a quanti hanno bollato come “scippo” veronese la decisione di spostare l’evento a Verona, dopo 9 anni di eventi modenesi.
«L'Arena di Verona è il tempio della lirica, e la possibilità di dire di sì a un’opportunità del genere mi è sembrata scontata - ha esordito Mantovani - Mi sembrava bello, che un momento così importante di ricordo, fosse in un tempio della lirica a celebrare un grandissimo tenore quale è Luciano. Una scelta che dovrebbe essere compresa da tutti. E a questo proposito devo dire che mi hanno stupito le critiche» E ha ricordato: «Il primo anno ci fu un grande evento a Petra - ha proseguito - poi siamo stati a Modena e mi è dispiaciuto leggere di chi ha sostenuto che a Modena ci siano stati solo eventi minori. Non sono mai stati eventi minori In questi anni abbiamo portato a Modena Riccardo Muti, Ennio Morricone, Jovanotti, Zucchero, e potrei continuare. Sono venuti in tantissimi a omaggiare Luciano. Ripeto: il cuore per Modena c'è sempre, però dovremmo essere tutti contenti che Luciano sia ricordato nel tempio della lirica».
Fin qui la replica alle polemiche, poi il ricordo della prevendita che partirà il prossimo 16 marzo per un evento che al momento ha come componenti del cast i “soli” Domingo Carresra e gli altri? «Ci stiamo lavorando - la risposta - in realtà di amici ne aveva tanti e già numerosi hanno dato la disponibilità. Nei prossimi giorni vedremo di annunciare i primi. La macchina è complessa e occorre ancora pazientare un po’. Per ora ci tengo a chiarire il fatto che la Fondazione
opera su Modena, non ha caso qui c’è il museo, e il nostro cuore resta sempre a Modena. Ma vorrei che fosse chiara l’importanza di avere l’omaggio a Verona». Quanto al cast, nessun nome ma Zucchero dovrebbe essere presente a un evento che sta riscuotendo interesse in tutto il mondo.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon