Quotidiani locali

Nonantola, rapina con la pistola il ragazzo delle pizze: preso

Era l’inizio di febbraio quando il 40enne nonantolano L.D. si era appostato sotto una palazzina di via Cesare Battisti per aspettare la sua vittima. Gli si era inizialmente rivolto con...

NONANTOLA. Era l’inizio di febbraio quando il 40enne nonantolano L.D. si era appostato sotto una palazzina di via Cesare Battisti per aspettare la sua vittima. Gli si era inizialmente rivolto con fare gentile, chiedendo se fosse davvero lui il ragazzo delle pizze. Voleva rapinarlo e non ha esitato, dopo il servizio a domicilio ad un’ignara famiglia, a puntargli contro una pistola, non prima però di aver indossato un passamontagna. L’obiettivo era farsi consegnare i soldi che il 26enne portava con sé come fondocassa per il resto e per evitare che potesse dare un immediato allarme, il rapinatore si è anche fatto consegnare il telefono cellulare. Poi si è dileguato a piedi, promettendo alla vittima che gli avrebbe fatto ritrovare l’apparecchio telefonico a bordo dell’auto di servizio della pizzeria “Perbacco”. E così effettivamente ha fatto. Ma nel frattempo il 26enne aveva chiesto aiuto ad un cliente che abita nei paraggi e da lì aveva avvertito i carabinieri di quanto accaduto.


I militari hanno quindi avviato un’intensa indagine, partendo dalla descrizione del bandito: un uomo di circa 40 anni, basso e tarchiato. Sono quindi state acquisite le immagini delle telecamere del circuito di vigilanza comunale e si è andati a spulciare ogni singolo attimo di quella serata fino a quando si è identificato il presunto responsabile della rapina. Attraverso i tabulati telefonici è stato poi collocare l’uomo nei paraggi di via Cesare Battisti proprio nel frangente del colpo. Una serie di prove che hanno indotto i militari di Nonantola a sospettare fortemente del nonantolano, denunciandolo per rapina. Ma dal momento che ha precedenti per piccoli reati ed esiste il timore che possa colpire

di nuovo, la Procura ha chiesto al giudice di poterlo arrestare. Nei giorni scorso è arrivato il via libera del gip e così i carabinieri si sono recati presso l’abitazione del rapinatore, provvedendo ad arrestarlo e a trasferirlo in carcere a Modena dove attenderà il processo.
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare