Quotidiani locali

Laura Ferrari, la laurea un anno dopo il coma  per l'incidente in Spagna

Un anno fa Laura Ferrari vittima di un incidente su un bus in Catalogna assieme agli studenti Erasmus in cui persero la vita tredici studentesse

Un anno dopo quell’ incidente stradale in Spagna in cui è rimasta sospesa per settimane tra la vita e la morte, Laura Ferrari si è laureata in Giurisprudenza con il massimo dei voti e pure la lode.
Il riconoscimento è arrivato mercoledì scorso, tra gli applausi degli amici che l’hanno seguita e accompagnata assieme agli altri colleghi di corso nell’aula dove si discutevano le tesi. Ora ha deciso di prendersi qualche giorno di vacanza lontano da Modena, prima di tornare a casa.

Spagna, tragedia Erasmus: la ricostruzione dell'incidente In questo video della tv spagnola 'La Sexta', una prima ricostruzione dell'incidente a Tarragona dove hanno perso la vita tredici studenti Erasmus, tra cui sette ragazze italiane. L'autista avrebbe perso il controllo del pullman, e il mezzo sarebbe sbandato prima di posarsi su un fianco, invadendo la carreggiata opposta e colpendo un veicolo che sopraggiungeva

A breve tornerà in ospedale per affrontare un intervento chirurgico, l’ennesimo dopo la tragedia in cui persero la vita tredici studentesse che come lei erano in Spagna per seguire il progetto Erasmus.
Il 20 marzo scorso il pulmann su cui viaggiavano i sessanta studenti Erasmus, di venti nazionalità, erano di ritorno dalla Fiesta delle fallas in Catalogna.

leggi anche:

All’improvviso lo schianto, con il pullmann che finisce fuori strada. Ci sono sette vittime italiane tra i morti, e una ragazza italiana in gravissime condizioni. È Laura Ferrari, appunto, poco più di vent’anni, studentessa di giurisprudenza, in Spagna per completare una parte dei suoi studi.
Nonostante le gravi ferite al capo e nel resto del corpo riesce a farcela e poco alla volta torna a casa dopo un lungo periodo in ospedale, prima in Spagna e poi a Modena, dove i suoi amici seguono in silenziosa attesa le tappe della sua guarigione.

Incidente in Spagna. Laura Ferrari: "E' stata durissima, ma finalmente sono a casa" A tu per tu con Laura Ferrari, la studentessa rimasta gravemente ferita nel tragico incidente in Spagna dove sono morte13 studentesse, di cui sette italiane, che si trovavano nella penisola iberica per il progetto Erasmus dell'Università. Laura finalmente è tornata a casa e dice che si sente di sorridere se guarda a quello che ha passato insieme alla sua famiglia. "Ma non è finita. La strada è ancora lunga e dura". Video di Gino Esposito L'articolo


Infine il ritorno a casa, i festeggiamenti, la famiglia commossa, le congratulazioni delle autorità e persino il riconoscimento del Prefetto.
A poco a poco Laura ricomincia a vivere, aiutata da genitori eccezionali e dal fratello che la sostengono quando ce n’è bisogno ma senza ostacolare il suo carattere forte e indipendente.
La conclusione degli studi è arrivato a coronamento di sforzi diventati più duri del previsto, inframmezzati dalle cure necessarie per curare le ferite ancora aperte.

Laura Ferrari dopo la tragedia di Tarragona parla dell'esperienza di Erasmus Laura Ferrari, la studentessa modenese coinvolta nella tragedia del pullman uscito di strada a Tarragona, dopo un lungo periodo di coma e la lenta ripresa, ha parlato nella giornata che l'ateneo modenese ha dedicato all'iniziativa Erasmus, che Laura ha definito esperienza irrinunciabile spronando gli studenti a parteciparvi e a viaggiare


Quelle del corpo si sono rimarginate, quelle dell’anima non si vedono. Ma è certo che l’esperienza vissuta da Laura, quando ha visto la morte in faccia, è stata dura. Peggio ancora è andata quando ha ripreso conoscenza e ha saputo delle amiche che non aveva più attorno a sè, con cui non avrebbe più diviso studi e confidenze.
«A giorni Laura dovrà tornare in ospedale per un’operazione delicata - dice in un sussurro la mamma - poi avrà una lunga convalescenza. La laurea con lode? Certo, ne siamo felici, ma ancora di più per lei perchè l’ha davvero meritata».

leggi anche:


I prossimi passi verso il lavoro? C’è tempo, per ora la neolaureata si sta guardando intorno. La sua tesi è tutta orientata verso Bruxelles, con un lavoro di ricerca su sul recepimento delle direttive della Comunità Europea nelle leggi regionali a partire dal caso dell’Emilia Romagna. Un lavoro di scavo e ricerca che è stato riconosciuto e premiato dalla commissione di laurea.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore