Quotidiani locali

La Madonnina rubata torna a casa 

Mirandola. I carabinieri ritrovano la statua sparita in ospedale: era in un giardino

MIRANDOLA. I carabinieri della Compagnia di Carpi e Mirandola hanno recuperato la statua della Madonna, rubata nei giorni scorsi all’ospedale. Un’operazione lampo, culminata con l’abbandono del bottino da parte dei ladri, messi sotto pressione dall’incalzante attività dell’Arma che aveva avviato controlli e verifiche su sottobosco criminale locale. Evidentemente quel pressing è servito a convincere chi era in possesso del bottino di liberarsene per evitare di incorrere in problemi con la giustizia.
Un ritrovamento anche simbolico alla luce del fatto che domenica Papa Francesco visiterà Mirandola e l’ulteriore aumento dei controlli è servito da deterrente. E così i militari di Mirandola sono riusciti a ritrovare la statua, che per quasi mezzo secolo aveva accolto malati e pazienti all’ospedale, capace di reggere alle scosse di terremoto e poi finita nella nicchia all’ingresso numero 4. La madonnina era stata abbandonata dai ladri nel giardino di un'abitazione privata in via Caravaggio: la proprietaria, sorpresa dell'insolito ritrovamento e che non ha alcuna responsabilità nel colpo, ha chiamato l’Arma. Sono servite poche verifiche
per capire che l’effige sacra in terracotta era proprio quella sparita nei giorni scorsi dall’ospedale “Santa Maria Bianca”. Terminati gli accertamenti, i carabinieri hanno provveduto a riconsegnare la statua ai dirigenti dell’ospedale, che hanno provveduto a ricollocarla nella storica teca.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori