Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

A Carpi, Novi, Soliera e Campogalliano l’arte della narrazione ritorna nelle piazze  

A Carpi, Novi, Soliera e Campogalliano previsti 60 eventi e oltre 70 protagonisti Tra gli ospiti: Corrado Augias, Michela Marzano, Donatella Di Pietrantonio

CARPI, Saranno una sessantina gli eventi - di cui 17 per ragazzi - e oltre 70 gli ospiti: sono questi i numeri della XII edizione della Festa del Racconto, realizzata con il contributo di Fondazione Cr Carpi e organizzata dalla Biblioteca Loria in collaborazione con la Fondazione Campori, gli istituti culturali e gli assessorati alla Cultura dei comuni di Carpi, Campogalliano, Novi di Modena e Soliera.


Come recita il sottotitolo “Costruire mondi. Luoghi e architetture come riflessi di storie” ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CARPI, Saranno una sessantina gli eventi - di cui 17 per ragazzi - e oltre 70 gli ospiti: sono questi i numeri della XII edizione della Festa del Racconto, realizzata con il contributo di Fondazione Cr Carpi e organizzata dalla Biblioteca Loria in collaborazione con la Fondazione Campori, gli istituti culturali e gli assessorati alla Cultura dei comuni di Carpi, Campogalliano, Novi di Modena e Soliera.


Come recita il sottotitolo “Costruire mondi. Luoghi e architetture come riflessi di storie”, la manifestazione vedrà dipanarsi i suoi appuntamenti nei centri storici dei quattro comuni, seguendo il filo rosso dell’architettura, intesa non solo come disciplina della costruzione e ricostruzione di edifici e paesaggi, ma declinata anche come arte di costruire e rendere abitabili mondi possibili, come quelli della narrativa, del teatro, della musica e delle arti figurative. A dare forma a questa riflessione collettiva saranno ospiti prestigiosi e amati dal grande pubblico.
Come ogni anno, la Festa avrà dunque inizio a Soliera, mercoledì 24 maggio, con Nicolai Lilin, autore di culto che nei suoi romanzi ha narrato la vita nella Russia contemporanea tra malavita, guerra e tradizioni arcaiche. Giovedì 25 maggio la Festa si sposterà a Campogalliano, con Fabrizio Silei che approfondirà il tema della legalità, filo conduttore delle iniziative del Comune nel 2017. Spetterà a Michela Marzano il compito di inaugurare la Festa a Carpi quando, venerdì 26 maggio alle 18.30, presenterà “L’amore che mi resta”, l’intensa storia di una maternità lacerata dal dolore della perdita più inconcepibile, quella di una figlia.


Tra gli appuntamenti di sabato 27 maggio, a Carpi, quello con Donatella Di Pietrantonio, che presenterà la vicenda della piccola arminuta, protagonista del suo ultimo, acclamato romanzo omonimo; mentre Marcello Fois tratterà di personaggi letterari nell’incontro dal titolo Paesaggi umani. Nella stessa giornata, Anna Molinari presenterà La regina delle rose. Una favola vera (Rizzoli). C’è ancora Roma? Questa è la domanda cui Corrado Augias cercherà di dare risposta presso piazza Re Astolfo, luogo che in seguito ospiterà Guido Catalano e la sua ultima raccolta di poesie Ogni volta che mi baci muore un nazista. Domenica 28 maggio, ultimo giorno della Festa, sarà la volta di Edith Bruck, scrittrice ebrea di origine ungherese reduce dai lager nazisti. Massimo Gramellini rifletterà invece sull’Europa, a 60 anni dai Trattati di Roma e a un anno dalla Brexit; mentre, a seguire, il pubblico volerà a New York con Federico Rampini che analizzerà la Grande Mela.