Quotidiani locali

Modena. Appalti truccati, condannati ex tecnici comunali

Cinque anni a Nicola Rispoli e un anno a Marco Prisciandaro dei Comuni di Castelfranco e Carpi, 3 anni e 6 mesi all'imprenditore Mario Silvestri

MODENA. Si è chiuso il processo di primo grado in Tribunale a Modena su un presunto meccanismo di appalti truccati nei Comuni di Castelfranco e Carpi, scoperto dalla squadra mobile della polizia di Stato tra il 2007 e il 2011. L'architetto Nicola Rispoli, ex capo dell'ufficio tecnico del Comune di Castelfranco, è stato condannato a cinque anni, un anno a Marco Prisciandaro, dipendente tecnico comunale di Carpi, tre anni e sei mesi all'imprenditore Mario Silvestri, assolto, invece, un altro imprenditore che era a giudizio.
    Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti il meccanismo di appalti truccati permetteva, attraverso gare non regolari, di affidare lavori stradali, come la manutenzione stradale nei due Comuni e lavori straordinari per le scuole Marconi di Castefranco. Il pubblico ministero Francesca Graziano aveva

chiesto pene più pesanti, Rispoli è l'unico imputato nei confronti del quale è rimasto il reato di corruzione, oltre a turbativa d'asta  e concussione. Le difese hanno annunciato ricorso in appello, mentre soddisfazione arriva dalla Procura modenese per la sentenza.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro