Quotidiani locali

Modena: rissa e accoltellamento: un ferito dietro lo Storchi

Violenta lite nel parco lungo i viali. Preoccupazione tra i cittadini che hanno chiamato la polizia. Arrestato l'accoltellatore. Il ferito trasportato al Pronto Soccorso.

Modena, accoltellamento dietro il teatro Storchi Violenta rissa dietro il teatro Storchi di Modena. Ad affrontarsi due uomini di colore, al culmine della lite uno dei due ha estratto di tasca un coltello ed ha colpito con due fendenti il rivale. Il primo ha lesionato la spalla, il secondo ha affondato la lama nella schiena. Immediatamente è intervenuta la polizia, chiamata da alcuni cittadini che hanno notato quanto stava accadento.

MODENA. Due coltellate all’altezza delle spalle, inizio avambraccio, una a destra e l'altra sinistra. Poi altri tagli, più o meno profondi, sulle braccia, vicino ai polsi forse per parere alcuni colpi. Anche se da subito è stato trovato tutto coperto di sangue e in stato di choc, questo nigeriano di venticinque anni se la caverà: è in osservazione all'ospedale di Baggiovara e i medici , pur riconoscendo la profondità delle ferite causate dalle coltellate, decideranno in seguito per un eventuale ricovero o un intervento chirurgico. In ogni caso nessun organo vitale è stato leso.

Eppure ieri pomeriggio, verso le 18, sembrava ci fosse il finimondo. Una decina di persone di colore che si rincorrevano, si raggruppavano, si spingevano, urlavano. Per terra tra stracci imbevuti di sangue e magliette strappate, la vittima delle coltellate. E poi l’accoltellatore, ancora in zona con il suo coltello da cucina in ceramica, che stava cercando la fuga. Siamo in quello spicchio di Modena tra i più famosi per lo spaccio di droga, le aggressioni, le risse, i regolamenti di conti, gli scippi e per i furti di bici, motorini e nelle auto. Ovvero l’area di parco dietro al teatro Storchi, dove è stata appositamente piazzata una telecamera della rete di sicurezza sotto la quale, con disinvoltura, avvengono gli scambi di droga. Questa volta potrà almeno essere utile a ricostruire la rissa finita in coltellate e la polizia, intervenuta in gran forze con pattuglie della Volante, sta già visionando i filmati.

Per motivi sicuramente legati allo spaccio della droga e a questioni di divisioni di territorio, verso le 18 è scoppiata la rissa tra il 25enne e un altro nigeriano, più o meno della stessa età. Dopo i primi screzi si è formato un capannello poi è spuntato il coltello e il 25enne è stato raggiunto all’altezza delle spalle due coltellate.

Poi l’aggressore, visibilmente alterato, ha cercato di trovare una via di fuga “protetta”. Ha visto un giovane nei paraggi che aveva da poco parcheggiato un’auto, una Saab vecchio tipo, e lo ha bloccato. Con forza, probabilmente minacciandolo, l’accoltellatore lo ha spinto verso la sua macchina e vi è salito sopra, nel sedile posteriore ( trovato in seguito sporco di sangue). Voleva in sostanza che quello sconosciuto lo portasse in auto via dalla zona del fatto di sangue, stava come estorcendo un passaggio. Ma questione di istanti ed è entrata in scena la polizia con tre equipaggi della Volante i cui agenti hanno bloccato il fuggitivo, arrestandolo e recuperando anche il coltello in ceramica insanguinato. Il giovane ucraino è stato portato in Questura ed è risultato estraneo alla vicenda.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Stampare un libro, ecco come risparmiare