Quotidiani locali

Vai alla pagina su Voci dal Branco
Modena, i ragazzi del Venturi artisti per gli ospiti de “Il megafono”

Modena, i ragazzi del Venturi artisti per gli ospiti de “Il megafono”

Nuova veste per il centro residenziale “Mario del Monte”, gestito dalla cooperativa sociale “Il megafono”, grazie al progetto “Murale al Mario del Monte” attraverso il quale alcuni studenti dell’Istituto d’arte Venturi hanno creato e realizzato disegni su diversi muri del centro.

Progetto Murales: i ragazzi del Venturi artisti per il centro "Il megafono" I ragazzi della 5F che, dopo un incontro con le persone che lavorano al centro Il megafono - Mario Del Monte e dopo aver raccolto impressioni, gusti e sogni degli ospiti della struttura, hanno realizzato una serie di murales. La cooperativa porta avanti da tempo progetti artistici di integrazione tra gli allievi del Venturi e persone con disabilità dei propri centri diurni e di altri centri e occupazionali del territorio anche con progetti di alternanza scuola - lavoro dove gli studenti hanno la possibilità di incontrare le realtà lavorative.  Video di Gino Esposito

MODENA. Nuova veste per il centro residenziale “Mario del Monte”, gestito dalla cooperativa sociale “Il megafono”, grazie al progetto “Murale al Mario del Monte” attraverso il quale alcuni studenti dell’Istituto d’arte Venturi hanno creato e realizzato disegni su diversi muri del centro.

Sono i ragazzi della 5F che, dopo un incontro con le persone che lavorano al centro e dopo aver raccolto impressioni, gusti e sogni degli ospiti della struttura, hanno realizzato i murales. La cooperativa porta avanti da tempo progetti artistici di integrazione tra gli allievi del Venturi e persone con disabilità dei propri centri diurni e di altri centri e occupazionali del territorio anche con progetti di alternanza scuola - lavoro dove gli studenti hanno la possibilità di incontrare le realtà lavorative. “Volevamo abbellire il centro, avevamo ristrutturato da poco e volevamo dare un tocco di vita ai muri bianchi - racconta Manuela Mussini, responsabile tecnico del progetto - e quindi abbiamo pensato al Venturi, con cui collaboriamo da anni attraverso laboratori artistici e di integrazione e da lì è nata l’idea”. La cooperativa, insieme alla professoressa Mantovani, che cura da questi anni i progetti artistici della cooperativa, ha trovato nei disegni dei ragazzi una via per collaborare, stare insieme e scambiarsi idee. “Gli studenti hanno conosciuto i nostro ragazzi disabili, si faceva merenda insieme e hanno potuto scoprire aspetti che non conoscevano della nostra casa. E’ stata una bellissima esperienza, di coinvolgimento e inclusione”. Così hanno preso vita un grande treno-caffetteria, case che librano nel cielo, paesaggi immaginari che adesso abitano il centro e che accompagneranno ogni giorno la vita degli ospiti. “Per noi è fondamentale l’inclusione sociale - aggiunge Manuela - e quando sono i giovani a scoprila e portarla avanti, con un progetto artistico del genere, è un motivo di gioia e crescita”. All’inaugurazione, che si è tenuta ieri mattina hanno partecipato oltre ai ragazzi della 5F anche l’assessore al Welfare Giuliana Urbelli, le famiglie, gli operatori, gli ospiti e la professoressa Mantovani.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista