Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Dagli Stati Uniti per studiare le scuole modenesi 

Grazie a Victoria Language and Culture un gemellaggio  con l’università della Georgia. E i ragazzi imparano l’inglese

Dagli Usa per studiare le scuole modenesi

MODENA. Hanno scelto Modena e Modena le ha accolte. Sono le ragazze dell’università della Georgia, le future insegnanti degli Stati Uniti, in città già da un paio di settimane per studiare il sistema scolastico modenese. Il progetto, promosso dall’associazione culturale Victoria Language and Culture di Modena, ormai alla nona edizione, prevede che le allieve dell ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Dagli Usa per studiare le scuole modenesi

MODENA. Hanno scelto Modena e Modena le ha accolte. Sono le ragazze dell’università della Georgia, le future insegnanti degli Stati Uniti, in città già da un paio di settimane per studiare il sistema scolastico modenese. Il progetto, promosso dall’associazione culturale Victoria Language and Culture di Modena, ormai alla nona edizione, prevede che le allieve della facoltà di Education dell’Università della Georgia, siano ospitate per alcune settimane da famiglie modenesi. Per quasi un mese le studentesse sono inserite in diverse scuole della città, osservando ed interagendo con insegnanti e studenti. Partecipano al progetto le scuole d'infanzia comunali Villaggio Giardino, Edison, Villaggio Zeta, Cimabue, Modena Est, le scuole dei Comprensivi Modena 1, Modena 2 e Modena 7, la scuola secondaria di primo grado Paoli del Comprensivo Modena 8, il liceo San Carlo, il Mo-mo e il Nido e scuola d’Infanzia Forghieri.
Ieri mattina una lezione molto coinvolgente ed emozionante l’hanno vissuta i ragazzi della 4C delle scuole elementari Leopardi - ma anche le altre quarte hanno questa fortuna - con l’insegnante Camilla Giovanardi.
Caroline e Hannah hanno stregato i ragazzi: «È un arricchimento linguistico, culturale ed umano enorme - spiega l’insegnante Camilla Giovanardi - perchè la vicinanza di persone madrelingua cambia completamente l’approccio alla lingua e la spontaneità dei ragazzi aiuta a vivere appieno questa esperienza».
Se queste ragazze arrivano in Italia, a Modena, il merito è anche della codirettrice di Victoria Language and Culture di Modena, Roberta Rinaldi: «Per noi è un onore ospitare questi gruppi di futuri insegnanti. Per un mese partecipano alla vita quotidiana della scuola, studiano le differenze tra i due sistemi e partecipano attivamente, essendo madrelinguisti, alle lezioni. È una esperienza di grande crescita anche per la nostra scuola, che può confrontarsi con chi sta dall’altra parte del mondo. Da non sottovalutare anche i rapporti umani: si creano legami profondi, qui hanno una seconda casa, una seconda famiglia».
Lo sanno bene anche Hannah e Caroline, che non vorrebbero più andarsene. «Ci portiamo a casa questo grande senso di comunità, di interazione tra famiglia e scuola: è una esperienza indimenticabile dalla quale ho imparato tantissimo», spiega Caroline. «Mi ha colpito tanto l’interazione tra i ragazzi e gli insegnanti, ruota tutto attorno alla figura del bambino, è molto affascinante», ha aggiunto Hannah.
Così l’inglese alle Leopardi ha così inevitabilmente un valore in più: «L’inglese qui piace molto e facciamo il possibile per renderlo più accattivante e divertente. Seguire il libro di testo è... bandito».
Davide Berti