Quotidiani locali

Cmb, 573 milioni di giro d’affari ma cala il personale 

Oggi sarà illustrato ai soci il bilancio 2016: utile da 4 milioni Il presidente Carlo Zini: «Forte specializzazione sui servizi»

Un utile netto di oltre 4 milioni di euro, un giro d’affari di 573 milioni con previsioni di rialzo del budget: Cmb si appresta ad affrontare, stamattina, l’assemblea dei soci presso il quartier generale di via Carlo Marx, con questi numeri di bilancio 2016. All’appuntamento, cui parteciperanno il presidente della Regione Stefano Bonaccini me il presidente nazionale di Legacoop Mauro Lusetti, la cooperativa, che l’anno prossimo compirà 110 anni, confermandosi una delle aziende più longeve del territorio, si presenterà con questi dati. Guardando alla specializzazione sempre più elevata nei servizi e a commesse in arrivo come, se si aprirà, come si spera qualche spiraglio in paesi come l’Iran, dove Cmb è impegnata con il progetto di un ospedale.
«Le principali commesse, quali la Variante di Valico per conto di Autostrade per l’Italia, il cantiere della Tramvia a Firenze, dove, lunedì riceveremo la visita del ministro Delrio e riguardo al quale consegneremo altre due vie per il 2018, Fico Eatelyworld a Bologna, la cui fine dei lavori è fissata entro l’anno: questi sono alcune delle iniziative griffate Cmb - commenta il presidente Carlo Zini - e si aggiungono i nuovi ospedali Borgo Roma e Borgo Trento di Verona e il Macrolotto della vecchia Salerno - Reggio Calabria hano raggiunto risultati positivi. Continua il percorso della Divisione centrale nella costruzione di ospedali, con l’inizio dei lavori del nuovo ospedale di Pordenone, e della Divisione dei territori sugli edifici alti. Negli ultimi giorni è stata avviata la fase finale dei lavori per la nuova sede della Regione Piemonte a Torino, con la firma del contratto di subentro al precedente raggruppamento di imprese, guidato da Coopsette e in cui era presente anche Unieco, fissata per martedì. Siamo inoltre fiduciosi che si sblocchi la situazione iraniana dopo la riconferma di Rohani». Qui la Cmb ha un M.O.U, un accordo “congelato” dopo le politiche di Trump: il progetto consiste nella realizzazione di un ospedale ad Ahvaz.
La crisi nel comparto delle costruzioni sembra quindi alle spalle per Cmb. «Ma rimane un forte cruccio: il calo degli occupati - argomenta Zini - passati dai 900 del 2009 ai 620 attuali. Contiamo di riprendere ad assumere al più presto, soprattutto giovani». «Occorre poi invertire la tendenza alla deindustrializzazione delle imprese del settore costruzioni - prosegue Zini, mentre anticipa l’acquisizione di un’impresa italiana nel settore dell’energia - Il rischio è che queste imprese diventino straniere. Vedo invece con favore la fusione tra Ferrovie e Anas. I nostri investimenti proseguiranno nel segmento dei servizi: a City Life contiamo una buona fetta dei 700 milioni di investimenti programmati in quell’area». Cmb ha inoltre recentemente venduto a Inail per 125 milioni
l’immobile di fronte a Cinecittà affittato per dieci anni al Ministero dell’Interno, di cui la cooperativa era proprietaria al 40%. Un rimanente 40% era del Monte Paschi di Siena. È stata inoltre venduto il centro commerciale “Area 12” intorno allo Juventus Stadium di Torino a un fondo.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon