Quotidiani locali

Ferisce un poliziotto e inneggia al terrorismo a Modena

Un agente è stato malmenato e poi ferito con lamette e altri oggetti appuntiti. L'aggressore è un albanese che gli ha teso l'agguato in carcere

MODENA Un detenuto di origine albanese nel momento dell’apertura della propria camera di pernottamento si è scagliato contro un agente della polizia penitenziaria colpendolo ripetutamente con pugni sul capo e sul viso e procurandogli dei tagli sul collo con lamette ed altri oggetti taglienti ricavati dagli arredi della propria camera di pernottamento. Il poliziotto è stato refertato con 15 giorni di prognosi e cure.

Alle origini dell'aggressione - spiega una nota congiunta dei sindacati - c'è un delirio religioso: quando il detenuto è stato bloccato dai colleghi dell'agente ferito, infatti, hanno ben udito urla inneggianti al terrorismo.

Sant'Agostino e il terrorismo analizzato dagli studenti Cosa c'entra Sant'Agostino con il terrorismo? Gli studenti del liceo scientifico Morandi di Finale sono riusciti ad abbinare il pensiero filosofico all'attualità, creando un cortometraggio, girato tutto in paese, in cui un giovane "terrorista" prepara un attentato ma si ravvede dopo l'incontro con il filosofo. Il progetto parteciperà ad un bando nazionale indetto dal Politecnico di Milano. Leggi l'articolo

I sindacati della Polizia Penitenziaria, fanno sapere che l’episodio è stato comunque affrontato e risolto con la grande professionalità del Corpo di Polizia Penitenziaria, risaltando l’abnegazione e la fermezza operativa dell’intero Reparto. Sono state attivate tutte le procedure previste a tal riguardo ed in grado di ristabilire l’ordine e la sicurezza all’interno del reparto. Al collega aggredito la piena solidarietà di tutte le organizzazioni che segnalano come "il grave episodio sarà oggetto di immediata contestazione contro le modalità di vigilanza attualmente in essere presso le carceri italiane. Tutte le procedure previste dalla normativa vigente sono state eseguite".  

Modena ricorda le vittime di Manchester MODENA. Il sindaco Muzzarelli in piazza Grande ha ricordato i morti dell'attentato terroristico Video di Gino Esposito La cronaca

"Questo - scrive il sindacato Alsippe - è l’ennesimo grave episodio, che si è verificato a distanza di pochi giorni nell’istituto modenese, che sta attraversando ultimamente un periodo in cui vige, fra il personale ivi operante, un sentore di totale disorganizzazione operativa, ed è diffuso tra il personale un clima di totale abbandono, e vi è l’assenza totale di serenità lavorativa, nonostante l’amministrazione abbia proceduto all’avvicendamento del Comandante del Reparto proprio per risolvere tali problematiche in passato rappresentate".

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon