Quotidiani locali

Vignola e Castelnuovo al voto Domani in trentamila ai seggi 

Vigilia elettorale nei due Comuni dove si sceglierà il nuovo sindaco. Nella città delle ciliegie c’è il forte rischio ballottaggio. L’erede di Bruzzi, invece, uscirà già al primo turno. Tutte le informazioni

Dopo una campagna elettorale senza particolari sussulti, condotta con grande correttezza da tutte le parti e senza clamorosi “colpi bassi”, domani è finalmente il grande giorno per decidere chi sarà il nuovo sindaco di Vignola. O, quanto meno, per decidere quali saranno i due candidati che dovranno sfidarsi nell’eventuale ballottaggio, che sarebbe in programma tra quindi giorni, ovvero domenica 25 giugno. In ogni caso, tornando alla giornata di domani, a Vignola si voterà in 23 sezioni, dalle 7 alle 23, per scegliere il nuovo sindaco tra sei candidati, che sono in ordine alfabetico: Paola Covili (Partito Democratico e lista civica “Siamo Vignola”), Paolo Morselli (Vignola a Colori), Simone Pelloni (Lega Nord, Forza Italia e Vignola per Tutti), Fabio Rocchi (Movimento 5 Stelle), Francesco Rubbiani (Città di Vignola) e Mauro Smeraldi (Vignola Cambia). A Vignola saranno complessivamente 18.127 i cittadini che hanno diritto al voto, di cui 9.452 donne 8.675 uomini.

Essendo Vignola un comune con oltre 15mila abitanti, è previsto che, se nessuno dei candidati riuscirà al primo turno a raggiungere il 50% più uno dei consensi, si dovrà andare al ballottaggio tra due settimane, tra i migliori due piazzati. Il ricorso al ballottaggio è stato necessario nelle ultime due tornate elettorali, quella del 2009 che vide poi eletta a sindaco Daria Denti, e quella del 2014 che vide l’elezione di Mauro Smeraldi. Come è noto, nei comuni delle Terre di Castelli si voterà domenica anche a Castelnuovo. Essendo quest’ultimo un comune sotto i 15.000 abitanti, il regolamento vigente non prevede il ballottaggio. In questo caso, quindi, vincerà il candidato che saprà accaparrarsi il maggiore numero di voti. A Castelnuovo, in particolare, sono quattro i candidati che corrono per prendere il posto del sindaco uscente Carlo Bruzzi, che lascia dopo una sola legislatura. In ordine alfabetico, si tratta di: Claudia Bellucci della lista civica Partecipazione Consapevole, Alessandro Boni della Lega Nord, Massimo Paradisi del Centro Sinistra per Castelnuovo e Montare, Adalberto Soli della lista Centrodestra per Castelnuovo e Montale. Anche a Castelnuovo, come a Vignola, saranno chiamate al voto più donne che uomini: avranno diritto infatti a esprimere il loro voto 5.652 donne e 5.490 uomini, per un totale complessivo di 11.142 potenziali elettori.

Per accedere al proprio seggio elettorale, è necessario avere con
sé la carta di identità e la propria tessera elettorale. Chi avesse smarrito la propria tessera elettorale o avesse il documento di identità scaduto, può rivolgersi all’ufficio anagrafe del proprio comune, che terrà aperto anche oggi e domani proprio per facilitare le operazioni di voto.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik