Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

IL DIARIO/ Gli spari sotto (casa): "Oddio la spesa! È una questione di sopravvivenza"

Se hai il concerto di Vasco sotto casa, sai che ti devi organizzare per tempo. Lo dice anche il sito: “Fate la spesa o acquisti nei giorni precedenti il concerto”.Per uno come me, per un grado zero...

Se hai il concerto di Vasco sotto casa, sai che ti devi organizzare per tempo. Lo dice anche il sito: “Fate la spesa o acquisti nei giorni precedenti il concerto”.

Per uno come me, per un grado zero nell’organizzazione, scatta un’allerta innaturale: controllo costante delle scorte d’acqua, calcolo del fabbisogno alimentare e un pensiero ai cibi deperibili: frutta e verdura.

No, decisamente non sono il tipo adatto per vivere nella zona rossa (o verde o blu) del concertone. Per le vacanze mi tro ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Se hai il concerto di Vasco sotto casa, sai che ti devi organizzare per tempo. Lo dice anche il sito: “Fate la spesa o acquisti nei giorni precedenti il concerto”.

Per uno come me, per un grado zero nell’organizzazione, scatta un’allerta innaturale: controllo costante delle scorte d’acqua, calcolo del fabbisogno alimentare e un pensiero ai cibi deperibili: frutta e verdura.

No, decisamente non sono il tipo adatto per vivere nella zona rossa (o verde o blu) del concertone. Per le vacanze mi trovo a preparare le valigie all’ultimo secondo e dimentico sempre l’essenziale. Che sarà pure invisibile agli occhi, ma quando sei fuori è un bel problema.

E quindi, come capita di fronte alle preoccupazioni, si finisce per esagerare. Mi ritrovo a pensare alla spesa con quindici giorni di anticipo.

“Il 29 dobbiamo comprare un po’ di cose”, dico mentre sistemo i piatti nella lavastoviglie.

“Il 29 siamo a Milano” risponde Eva, la mia dolcissima metà.

“Il 28, allora”.

“Il 28 siamo a Parma”.

No, non siamo commessi viaggiatori e l'A1 ci vede di rado. Per una pura coincidenza il concertone arriva in un periodo di continui spostamenti. Magie dei grandi eventi o legge di Murphy.

Il 27 avremo sicuramente qualcos'altro, non ho il coraggio di chiedere o fare proposte. Sai cos'è? Intanto stipo in cantina farina, acqua e uova.

La sopravvivenza è questione di metodo.