Quotidiani locali

Modena, Battute dentro e fuori dal campo: che risate con i “comici-tennisti”

«Nel tennis si prende tutto molto sul serio, oggi è la giornata per prendere tutto sul ridere». Sono le parole di commento di Adriana Serra Zanetti che ben descrivono l’evento Comic Tennis. Ieri...

«Nel tennis si prende tutto molto sul serio, oggi è la giornata per prendere tutto sul ridere». Sono le parole di commento di Adriana Serra Zanetti che ben descrivono l’evento Comic Tennis. Ieri pomeriggio, nel polmone verde del circolo Tennis Modena, in viale Monte Kosica, otto comici si sono sfidati a colpi di gag e racchetta. Il vincitore del divertimento non ha un nome, ma quello del primo torneo comico di tennis sì, ed è Fabrizio Fontana. I primi a scendere in campo sono stati Fontana e Max Pisu, presentati da Riccardo Benini e arbitrati dall’unico “uomo guida per cani ciechi”, ovvero il comico Roberto de Marchi. Un solo set con killer point per decidere il più abile sul campo rosso. «Sono sicuro che questa partita la vincerò io, quindi stimo il coraggio del mio avversario, Max Pisu». È il commento pre-partita del comico di Zelig Circus, famoso per l’interpretazione di James Tont e Capitan Ventosa.

Modena, i tennisti-comici si sfidano a suon di gag Al circolo del tennis di viale Monte Kosica, ieri domenica 18 giugno, si sono sfidati in un torneo semiserio con battute dentro e fuori dal campo. Video di Gino Esposito

«Mi ha convinto!» La risposta di Pisu, creatore del personaggio Tarcisio. Pronostico azzeccato: la prima sfida l’ha spuntata proprio Fontana, con 6-2. I due sfidanti successivi sono stati Carlo Bianchessi e Nicola Pesaresi. Il primo, direttamente da Colorado Cafè, in cui propone una comicità nonsenso, ha avuto la peggio contro il ventriloquo uscito dal Festival Cabaret Emergente. Pesaresi è entrato in campo con una coach speciale, la scimmietta Isotta, che non ha mancato di ricordargli che a giocare fa schifo, anche se il risultato finale è stato 1-6. Paolo Migone e Stefano Chiodaroli è il duo successivo. Una partita persa da Chiodaroli: servizi tutti sbagliati, però risate ad ogni minuto grazie a questo scontro di comici, uno di Zelig e l’altro di Colorado: 6-1. Momento di musica quando in campo è arrivato l’imitatore Christian Cappellone, con una parodia di Zucchero. Dall’altra parte il comico e mago Eta Beta, è arrivato con il proposito di vincere corrompendo l’arbitro. La moneta da due euro grande quanto un piattino da caffè non è stata sufficiente, visto che la partita è finita 6-4 per Cappellone. Nella prima semifinale si sono sfidati Fontana e Pesaresi. Il ventriloquo, uno dei cinque presenti in Italia, ha sofferto e la scimmia Isotta ha offeso le sue carenze ma Fontana ha potuto urlare “le so tutte” sul 6-1.

Turno di Cappellone e Migone. I due hanno azzardato un gioco più complesso rispetto alle partite precedenti, in cui hanno regnato le risate più che le capacità sportive. Con il dispiacere di Chiodaroli, in finale è arrivato Migone, dopo una bella sfida finita 3-6. «Un torneo in crescendo» ha commentato la madrina dell’evento, Adriana Zanetti.

La finalissima ha visto un combattutissimo set tra il comico pessimista e Capitan Ventosa. «Nessuno vuole perdere. Nessuno sa vincere» il commento di Bianchessi. Migone ha sbuffato, sofferto, ha chiesto inutilmente l’aiuto della moglie, ma non c’è stato nulla da fare: 6-2 il risultato a suo sfavore. Fontana è il vincitore del primo torneo comico di tennis in Italia. Ed è già pronto il bis per l’anno prossimo.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics