Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ecco la Susanna di Vasco Rossi: «Mi fece sentire una cassetta  c’era una canzone su di me»

Susanna è una bambina tutta colorata e se anche i tempi dello Snoopy sono soltanto un ricordo sempre emozionante, non ha mai perso l’entusiasmo di allora.Lei, a 54 anni, resta donna frizzante,...

Modena Park: "Sì, sono io la Susanna della canzone di Vasco"

MODENA. Susanna è una bambina tutta colorata e se anche i tempi dello Snoopy sono soltanto un ricordo sempre emozionante, non ha mai perso l’entusiasmo di allora.

Lei, a 54 anni, resta donna frizzante, travolgente, piena di vita. Il 1 luglio sarà a Modena Park, in Pit 1, per rivedere ancora una volta dal vivo il “suo” Vasco. Perché non sono tan ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Modena Park: "Sì, sono io la Susanna della canzone di Vasco"

MODENA. Susanna è una bambina tutta colorata e se anche i tempi dello Snoopy sono soltanto un ricordo sempre emozionante, non ha mai perso l’entusiasmo di allora.

Lei, a 54 anni, resta donna frizzante, travolgente, piena di vita. Il 1 luglio sarà a Modena Park, in Pit 1, per rivedere ancora una volta dal vivo il “suo” Vasco. Perché non sono tante le donne che possono vantarsi di essere entrate nella storia della musica, invece lei, Susanna Marani, da Modena, è parte attiva nella discografia del più importante cantante italiano.

E chissà se Vasco non abbia voglia di farle una bella sorpresa nella notte del parco Ferrari...



Ma torniamo indietro di qualche anno, 1977 per la precisione. Susanna frequenta la domenica pomeriggio dello Snoopy: in tanti la guardano, la ammirano e apprezzano la sua bellezza estroversa.

La musica la sceglie Vasco, dj in carriera, che durante l’estate si ritira nella sua Zocca.



«Ci siamo conosciuti in quei pomeriggi - ricorda Susanna - e non ricordo come io abbia fatto a convincere i miei genitori a passare l'estate a Zocca. Però trascorrevo i pomeriggi a casa sua, con mamma Novella. Vasco suonava la chitarra e cantava, poi la sera si usciva insieme. Andavamo al Punto Club e lì ho scoperto Massimo Riva: un ragazzo magnifico, carino, dolce anche un po’ introverso. Ballavamo insieme e facevamo serata. Una sera Vasco, nel portarmi a casa, si ferma con l'auto e mi dice “ho una sorpresa per te”. Tira fuori una cassetta, la mette nello stereo e parte Susanna. Sono rimasta stupita, mi piaceva molto, ero davvero quella che lui raccontava. Gli ho chiesto se davvero fosse intenzionato ad inciderla. Il resto è storia».