Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Vasco Modena Park, treni quasi esauriti. E i pullman saranno 900

La stazione di Modena

Trenitalia ha comunicato che si va verso l'esaurimento dei posti disponibili, mentre il Comune illustra i percorsi di uscita da Modena dopo il concerto per chè è in auto

MODENA. Sono previsti anche percorsi suggeriti di uscita da ciascuna area di parcheggio in direzione fuori città dopo l’evento Modenapark, il concerto di Vasco Rossi di sabato 1 luglio.

Il consiglio del Comune è di posticipare il più possibile la partenza, rimandandola al giorno seguente e riposando in zona o partecipando a qualcuna delle attività correlate al concerto organizzate proprio per consentire il rientro in modo diluito. Il momento più critico per la fluidità del traffico veicolare ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MODENA. Sono previsti anche percorsi suggeriti di uscita da ciascuna area di parcheggio in direzione fuori città dopo l’evento Modenapark, il concerto di Vasco Rossi di sabato 1 luglio.

Il consiglio del Comune è di posticipare il più possibile la partenza, rimandandola al giorno seguente e riposando in zona o partecipando a qualcuna delle attività correlate al concerto organizzate proprio per consentire il rientro in modo diluito. Il momento più critico per la fluidità del traffico veicolare è infatti previsto al termine dell’evento, quando vi è la massima concentrazione di auto nei parcheggi che intendono riversarsi sulla viabilità primaria e verso i caselli autostradali più vicini nel più breve tempo possibile.

Vasco: le mie canzoni, il primo concerto e ... la scaletta di Modena Park

In uscita dai parcheggi saranno quindi talvolta previste manovre obbligate per facilitare l’immissione dei veicoli sulla viabilità ordinaria e agevolare lo svuotamento delle aree di sosta. Da alcune aree di sosta il flusso verrà indirizzato sulla viabilità alternativa per distribuire sul maggior numero di itinerari i veicoli, allo scopo di evitare l’attraversamento della città e limitare l’affollamento e i fenomeni di congestione, soprattutto lungo l’anello della tangenziale in cui è opportuno mantenere una mobilità sufficiente a gestire eventuali emergenze. In questa logica, alcuni percorsi prevedono l’indirizzamento dei veicoli su caselli diversi da quelli di Modena Nord e Sud, in particolare verso Reggio Emilia, Campogalliano, Carpi, Valsamoggia e Bologna. I percorsi consigliati da ogni area parcheggio saranno consultabili sul sito del Comune dedicato http://modenapark.comune.modena.it.

Rispetto ai 22 parcheggi ufficiali individuati, quello nell’area di strada San Marone non verrà allestito. Sulla base delle richieste e prenotazioni pervenute, inoltre, risulta in aumento il numero di pullman previsto: dagli ultimi aggiornamenti la previsione è ora di 900 pullman invece di 500, con una conseguente proporzionale flessione del numero di posti auto ipotizzati.

Vasco Rossi: il video ufficiale del primo soundcheck a Modena Park

TRENI

Si stimano in circa 20 mila le persone che raggiungeranno in treno Modena in occasione dell’evento Modenapark e per gestire il deflusso a fine spettacolo di un numero di persone così ampio è stato previsto uno specifico piano di gestione.

Come già comunicato, per l’evento presso la stazione Rfi, dedicata ai treni sulla linea principale Milano-Bologna, sono previsti tre treni speciali in arrivo, uno da Venezia, uno da Torino e l’altro da Roma, tutti con diverse fermate programmate, e nella notte, tra l’una e le 5 di domenica 2 luglio sono in programma 15 treni, mentre altri tre treni da Modena verso Sassuolo partiranno dalla Stazione Piccola (Fer) di piazza Manzoni. Sulla base delle richieste potranno essere previsti treni speciali aggiuntivi rispetto a quelli già definiti. Considerando anche i treni ordinari circolanti sulla rete nel periodo notturno, si stima che per far defluire le circa 20 mila persone stimate alla stazione Rfi ci vorranno mediamente sette ore, con un ripristino della condizione di normalità intorno alle ore 8 di domenica 2 luglio.

Per la gestione in sicurezza dello spostamento di un così alto numero di persone che graviteranno in zona stazione per diverse ore dopo il concerto, l’intera area comprendente piazza Dante, via Galvani (a nord di viale Monte Kosica) e la porzione di viale Crispi adiacente verrà isolata e sezionata per separare fisicamente gli accessi nelle due direzioni di marcia. I treni verso Bologna partiranno dal primo binario per evitare l’incanalamento nel sottopasso per il flusso più consistente; viceversa quelli verso Reggio-Parma partiranno dagli altri binari e il flusso di utenti potrà raggiungerlo attraverso l’accesso ovest della Stazione e il sottopasso.

L'incanalamento dei viaggiatori nelle due direzioni avverrà a ridosso dell'intersezione tra via Galvani e viale Monte Kosica e consentirà l'accesso alla piazza, e di conseguenza alla Stazione, delle sole persone che avranno la possibilità di salire sul primo treno disponibile per la propria direzione fino al raggiungimento della capacità massima.

La partenza dei treni speciali per raggiungere Modena è intorno alle 16 e il ritorno è previsto nella notte: alle 4.10 per Venezia (partenza da Modena alle 2), alle 5.35 per Torino (partenza da Modena all'1.50), alle 6.10 per Roma (partenza da Modena alle 2.10).

In direzione Bologna e Reggio sono previsti treni in diversi orari. Per Bologna all’1.15 (regionale), all'1.45 (Tper), alle 2.45 (regionale), alle 3.15 (Tper), alle 3.45 (regionale), alle 4.15 (regionale, arrivo a Bologna alle 4.39 e prosegue per Rimini ordinario alle 5). Alle 2.15 parte da Modena un treno di Tper per Rimini (arrivo alle 3.55). In direzione Reggio i treni partono all’1.00 (Tper), alle 2.00 (regionale) alle 2.25 per Parma (regionale, ferma alle 2.43 a Reggio), alle 3.00 (regionale), alle 3.30 per Parma (ferma alle 3.45 a Reggio). Il prospetto dei treni è consultabile sul sito www.modenapark.comune.modena.it. Per le prenotazioni dei viaggi nazionali con il Frecciabianca è necessario rivolgersi a Trenitalia.

L’INVITO DI TRENITALIA

Trenitalia invita ad affrettarsi nell'acquisto del biglietto chi intende viaggiare in treno a Modena l'1 luglio per il grande concerto di Vasco Rossi, perchè i convogli messi a disposizione, già potenziati, vanno comunque "verso il tutto esaurito".

   Sono ora 22 le corse regionali straordinarie, sette in più rispetto alle 15 inizialmente previste, organizzate per il deflusso notturno dopo il concerto, dalle 0.30 alle 5.45 del 2 luglio. Ultimi posti disponibili anche sui treni straordinari Frecciabianca a lunga percorrenza che, esauriti nella formazione iniziale, sono stati potenziati con carrozze aggiuntive verso Venezia, Torino e Roma. Per il ritorno a casa dopo il concerto sono inoltre "prevedibili attese anche lunghe per accedere in sicurezza alla stazione di Modena dove l'ingresso sarà consentito solo se già in possesso di biglietto ferroviario".

   Chi troverà non disponibili online i biglietti per la fascia oraria notturna è invitato a spostare la partenza da Modena almeno al mattino del 2 luglio.