Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Vasco a Modena Park/Modena, il cerchio della vita. Qui si è aperto e si riaprirà... 

“Modena? Modena per me intanto è la prima città che ho visto in vita mia: avevo 10 anni, non ne avevo mai vista una. Modena per me da allora è rimasta la Città”. Fuori piove e non è una pioggia di...

“Modena? Modena per me intanto è la prima città che ho visto in vita mia: avevo 10 anni, non ne avevo mai vista una. Modena per me da allora è rimasta la Città”. Fuori piove e non è una pioggia di montagna, di Zocca: è un’acqua e basta, che tutti sperano sia piovuta tutta ieri e poi basta. Che oggi ci sono le prove ufficiali, che oggi si comincia davvero.

Modena Park, Vasco: "Grazie a Modena e ai modenesi"

...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

“Modena? Modena per me intanto è la prima città che ho visto in vita mia: avevo 10 anni, non ne avevo mai vista una. Modena per me da allora è rimasta la Città”. Fuori piove e non è una pioggia di montagna, di Zocca: è un’acqua e basta, che tutti sperano sia piovuta tutta ieri e poi basta. Che oggi ci sono le prove ufficiali, che oggi si comincia davvero.

Modena Park, Vasco: "Grazie a Modena e ai modenesi"

E Vasco sotto il tendone nel retro palco sembra un bambino: vestito di cielo e di nuvole, in quel giacchino di jeans sulla maglia nera come il temporale, leggero come il suo sorriso. “Poi a 20 anni Modena per me è diventata il luna park: facevo il dj allo Snoopy e venire a Modena significava scoprire il mondo, con tutto quello che c’era dentro. ModenaPark, l’idea del nome, viene da quello: io ci stavo come sulle giostre”. Come nelle favole, sta pensando, mentre tutti gli si fanno intorno e tutti hanno un ricordo, un parente in montagna, una gioventù spesa in parte a cercare di salire su quell’ottovolante ascoltando una sua canzone. Poi la vita canta a modo suo, per tutti, anche per Vasco: “E oggi sono a Modena perché è giusto così, ho sentito così: come se si chiudesse un cerchio, con dentro tutto quello che ho vissuto. Ma io so che allo stesso modo, dopo il concerto se ne aprirà un altro, io sono pronto a tutto e al contrario di tutto. A vivere, tutto. E si aprirà sabato, qui. A Modena”. (eg)