Quotidiani locali

Campogalliano, troppa "burocrazia antiterrorismo" cancellata la Fiera di Luglio

 La decisione - presa di comune accordo dall'amministrazione comunale e dalla locale ProLoco - è dovuta al cambio delle normative di sicurezza e gestione delle pubbliche manifestazioni, ora molto più restrittive

CAMPOGALLIANO L’edizione 2017 della Fiera di luglio di Campogalliano, che doveva tenersi dal 21 al 25 di questo mese, è stata annullata. Come anticipato nei giorni scorsi la manifestazione era a rischio a causa della mancata chiarezza nell’applicazione delle regole, ora molto più restrittive, previste dall’ordinanza Gabrielli, emanata dopo i fatti di Torino.
La decisione di annullare l’evento “storico”, è stata presa di comune accordo dall’amministrazione comunale e dalla locale ProLoco.
«Le nuove regole sono talmente recenti che non c’è stato il tempo materiale per adeguarsi e prendere contromisure - spiega il sindaco Paola Guerzoni - Eppure ci abbiamo provato fino all’ultimo. La nostra Fiera, alla quale siamo molto affezionati, era già tutta organizzata, con un ricco programma già disponibile. Anzi mi preme ringraziare le tante persone, volontari e non, che hanno dedicato energie e risorse per la complessa organizzazione dell’evento. Quanto a noi, ci rimbocchiamo le maniche e lavoriamo da subito per il futuro. Comprendiamo la necessità di aumentare la sicurezza, ma è indispensabile che lo Stato indichi criteri precisi e specifici per manifestazioni molto diverse tra loro, che vanno dal grande evento alle feste di paese. Ancora una volta - non fa piacere doverlo rimarcare - si scaricano

responsabilità e spese sui Comuni, compresi quelli piccoli, quale ultimo livello istituzionale chiamato a rispondere sempre di più di tutto ciò che succede».
Il presidente della Pro Loco, Ivan Rinaldi sottolinea che si sta lavorando per la prossima edizione. (s.a.)
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie