Quotidiani locali

Profughi, previsti 650 nuovi arrivi in provincia di Modena

Nuovo bando della Prefettura per l'accoglienza. Servono in tutto 2300 posti: già coperti i 1156 di Caleidos e i 500 delle altre associazioni

MODENA. Seicentocinquanta profughi in più, in arrivo sul nostro territorio da agosto sino a dicembre. È questa la previsione di fatto fornita dalla prefettura di Modena: una cifra che tiene conto delle reali previsioni, degli afflussi e delle possibilità che spettano alla città e alla provincia anche se, va considerato, il numero dei 650 potrebbe essere stato tenuto un po’ più alto volutamente, per poi non trovarsi, la prefettura stessa, con l’acqua alla gola di fronte a nuovi arrivi e a dover così riproporre bandi o affidi.

È proprio il nuovo bando per l’accoglienza emanato dalla prefettura che svela la cifra di previsione, quei seicentocinquanta nuovi arrivi che, sommati già ai 1700 profughi richiedenti asilo già presenti sul nostro territorio, spiegano il tetto dei 2300 posti complessivi per i quali sono chiamati a concorrere associazioni e cooperative non solo italiane ma di tutta Europa .

Per fare chiarezza, la prefettura ha emesso il bando, ovvero l’ “avviso Pubblico di gara per l'affidamento del servizio di accoglienza ed assistenza di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale” suddividendolo in due lotti.

Il primo lotto del bando serve a coprire il periodo che va da agosto s a dicembre di quest’anno. Dunque, partiamo dai circa 1700 migranti che sino presenti sul territorio modenese: 1156 sono quelli di cui si sta occupando la cooperativa Caleidos, cooperativa che era partita con un tetto di circa 800 persone e poi , in qualche modo, ha dovuto e potuto allargarsi sino a quest’ultima cifra alzando però ora il cartello con scritto “tutto esaurito. Gli altri circa 500 che mancano per arrivare ai 1700 presenti circa sono quei profughi che la Prefettura, di fronte ai nuovi arrivi e all’emergenza di trovare soggetti che si potessero occupare dell'accoglienza in possesso di strutture adeguate, ha dato ad associazioni e cooperative (L’Angolo, Ceis, Papa Giovanni XXIII e altri ancora) con la formula dell’affidamento diretto. Ora dunque il primo lotto del bando va a “coprire” quei 500 posti dell’affidamento, e in più apre a nuovi soggetti con le opportune caratteristiche sia di personale che soprattutto logistiche in grado di assorbire nuovi arrivi, per un massimo di seicentocinquanta persone.

Dunque i 1156 di Caleidos, più 1144 unità costituite da quelli già presenti con l’affidamento diretto e i nuovi arrivi in previsione.

Il secondo lotto

del bando, quello che andrà a coprire tutto l’anno 2018, in pratica riconferma i posti del 2017, ovvero 2300 unità suddivise nel territorio. A questo lotto del bando parteciperà Caleidos, riconfermando se non calando la sua “capienza” già consolidata di 1156 persone accolte.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon