Quotidiani locali

Primo giorno di lavoro, schiacciato da lastre

Operaio 46enne gravissimo dopo lo sfortunato incidente alla Vemac di Castelnuovo: il metallo è caduto dal ponteggio

CASTELNUOVO . Grave incidente sul lavoro alla Vemac di via Rio dei Gamberi 9, nella zona industriale di Castelnuovo Rangone, ieri mattina. Erano da poco passate le 10.30 quando C.P., 46enne italiano, è rimasto schiacciato da pesanti lastre di metallo.

Ancora da chiarire con esattezza le dinamiche dell’accaduto, ora al vaglio dei carabinieri, ma dalle prime ricostruzioni risulta che il materiale si sia staccato dalle corde fissate ad un ponteggio.

La Vemac è leader nel settore della movimentazione, dell’automazione e della robotica per l’industria delle carni e proprio ieri mattina l’uomo aveva iniziato a lavorare, non come dipendente diretto ma tramite un contratto di somministrazione.

L’ esperienza non ha inciso nella dinamica dell’incidente, anzi, è stata più probabilmente una fatale casualità a rendere drammatica una delle prime operazioni da lui svolte.

Questo, però, potrà essere chiarito solo dalle indagini avviate.

Le condizioni di C.P. sono subito sembrate serie, a tal punto che sul posto è stato richiesto l’intervento immediato del 118 con ambulanza e automedica: il 46enne è stato trasportato all’ospedale di Baggiovara a sirene spiegate e subito ricoverato nel reparto di terapia intensiva con un fortissimo trauma toracico, per il quale si è reso necessario l’intervento chirurgico. La prognosi è riservata e prima di scioglierla, dichiarando l’uomo fuori pericolo, i medici attendono le sue risposte alle
prime cure.

Alla Vemac, dove i nuovi colleghi erano ancora scioccati, insieme al 118 sono arrivate una pattuglia dei carabinieri e la medicina del lavoro per ricostruire con precisione l’accaduto, raccogliendo le testimonianze di chi ha assistito all’incidente. (marco.c)

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik