Quotidiani locali

37 anni dopo 

Strage di Bologna, si ricorda il carpigiano Umberto Lugli

Nella mattinata di oggi, il vicesindaco Simone Morelli in occasione del 37° anniversario della strage alla stazione ferroviaria di Bologna, deporrà alle 10 al Cimitero urbano un cesto floreale sulla...

Nella mattinata di oggi, il vicesindaco Simone Morelli in occasione del 37° anniversario della strage alla stazione ferroviaria di Bologna, deporrà alle 10 al Cimitero urbano un cesto floreale sulla tomba del carpigiano Umberto ‘Tino’ Lugli, morto proprio il 2 agosto 1980.

L’assessore Cesare Galantini si recherà invece in mattinata a Bologna, per presenziare alla manifestazione che ricorda le vittime della strage, accompagnato dal gonfalone cittadino.

Umberto Lugli, insieme alla fidanzata Carla Gozzi di Concordia, avrebbero dovuto prendere il treno per le isole Tremiti, intorno alle 11; l’esplosione è avvenuta proprio nella sala d’attesa dove si trovavano. Li aveva accompagnati il fratello di Umberto, Carlo Alberto Lugli. Sono stati gli unici modenesi a perdere la vita nella strage della stazione.

A causa della strage di Bologna, il 2 agosto 1980, 80 persone rimasero uccise, mentre 200 rimasero ferite o mutilate. Si tratta di un gravissimo
attentato di matrice terroristica, da molti indicato come uno degli ultimi atti della strategia della tensione. Come esecutori materiali furono individuati dalla magistratura alcuni militanti: furono rilevati collegamenti con la criminalità organizzata e i servizi segreti deviati.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon