Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Marano, si guardano le stelle coi telescopi al borgo di Festà

MARANO . Il Comune e il Museo civico di ecologia e storia naturale di Marano hanno organizzato per questa sera a Festà l’ormai tradizionale appuntamento con l’osservazione del cielo stellato. L’inizia...

MARANO . Il Comune e il Museo civico di ecologia e storia naturale di Marano hanno organizzato per questa sera a Festà l’ormai tradizionale appuntamento con l’osservazione del cielo stellato. L’iniziativa si svolge in collaborazione con l’osservatorio astronomico “La città delle stelle” di Carpi e Novi di Modena. Il ritrovo è per le 21,30 nella piazza di Festà con Giovanni Casari, direttore dell’osservatorio astronomico, il quale illustrerà il fenomeno delle Perseidi. Seguirà il trasferiment ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MARANO . Il Comune e il Museo civico di ecologia e storia naturale di Marano hanno organizzato per questa sera a Festà l’ormai tradizionale appuntamento con l’osservazione del cielo stellato. L’iniziativa si svolge in collaborazione con l’osservatorio astronomico “La città delle stelle” di Carpi e Novi di Modena. Il ritrovo è per le 21,30 nella piazza di Festà con Giovanni Casari, direttore dell’osservatorio astronomico, il quale illustrerà il fenomeno delle Perseidi. Seguirà il trasferimento all’ingresso del borgo, dove grazie allo spegnimento della pubblica illuminazione Casari presenterà le caratteristiche di stelle e pianeti.

L’osservazione, con l’ausilio di diversi telescopi, sarà guidata dagli astrofili dell’osservatorio astronomico. Nella tradizione popolare e religiosa questa notte è dedicata al martirio di San Lorenzo. Le stelle cadenti non sarebbero altro che le lacrime versate dal santo durante il suo supplizio. In realtà, non si tratta di stelle cadenti ma degli asteroidi della costellazione di Perseo (detti appunto Perseidi), uno sciame di meteoriti che si manifesta dalla fine di luglio fino a oltre il 20 agosto. (m.ped.)