Quotidiani locali

Politica modenese in lutto: morto il senatore Luciano Guerzoni

Morto la sera del 10 agosto all'età di 82 anni dopo una vita spesa per la politica. E' stato senatore per il collegio di Modena per 4 legislature e presidente della Regione I funerali lunedì alle 10 a Terracielo

MODENA. Politica modenese in lutto. La sera di giovedì 10 agosto, stroncato da malattia, è morto il senatore Luciano Guerzoni per anni parlamentare del Pds e progressisit L'Ulivo. La notizia ha fatto rapidamente il giro tra i militanti e i compagni di partito che per anni hanno condiviso con lui tante battaglie e iniziative.

Era nato il 28 luglio del 1935, lavorò come operaio per pagarsi gli studi universitari, divenne poi direttore di produzione, aderendo fin da giovane al Pci, dove cominciò ad assumere ruoli direttivi e crescenti responsabilità politiche fino a diventare negli anni Settanta segretario della federazione Pci. Fu consigliere comunale a Modena, nel 1978 consigliere regionale e, dal 1987 al 1990, presidente della Regione Emilia – Romagna. Prima con il Pds, dal 1992, poi con i Ds dal 2001, è stato eletto eletto senatore per quattro legislature fino al 2006. Nel 2007 aveva aderito al Pd. iano del quale, negli anni seguenti sarebbe diventato anche segretario della federazione del Pci di Modena.

Grande fu il suo impegno nelle fila dell'Associazione Nazionale Partigiani nella quale ricopriva l'incarico di vicepresidente. Per tutti coloro che hanno militato nelle file del partito comunista prima e Pds poi, a Modena, Guerzoni ha rappresentato un modello e un "professore" del modo di fare politica.

I funerali in forma civile avranno luogo lunedì 14 agosto alle ore 10,00 nella Casa Funeraria "TERRACIELO Funeral Home" di Via Emilia Est 1320 a Modena, ove sarà dato l'ultimo saluto, indi proseguiranno per il Cimitero di San Cataldo.

IL CORDOGLIO DEL MINISTRO ORLANDO "Era un uomo appassionato, rigoroso, generoso e indomito - sottolinea il ministro della Giustizia, Andrea Orlando - . Ha dedicato la sua vita all'impegno civile e politico, da ultimo, nell'Anpi. A persone come lui, che hanno fatto del servizio agli altri la ragione della loro militanza politica, alla sua intelligenza infaticabile, alle sue battaglie antifasciste, il nostro Paese deve molto. Anche per questo, insieme, al ministero della Giustizia - ricorda il guardasigilli - abbiamo inaugurato la targa in ricordo dei magistrati uccisi dal nazifascismo e che hanno sacrificato la loro vita per la Resistenza. A lui, oggi, il nostro saluto e ringraziamento". Per l'Anpi, "Guerzoni è stato un amico, un grande dirigente nazionale, un autentico democratico, un appassionato e prezioso organizzatore: grazie al suo infaticabile impegno, per il quale nel 2009 si è potuto dare vita alla nuova stagione con la Conferenza di organizzazione di Chianciano, la nostra Associazione è oggi presente e operativa in tutte le province d'Italia".

IL DOLORE DEL GOVERNATORE STEFANO BONACCINI.  «Provo un grande dolore. È una perdita enorme, per la sua famiglia, per me, per tutti quelli che hanno avuto modo di conoscerlo. Per la sua Modena, e per l'Emilia-Romagna intera, di cui è stato presidente». Così Stefano Bonaccini, presidente della Regione, ricorda Luciano Guerzoni. Una vita, la sua, «dedicata all'impegno politico, senza mai tirarsi indietro, senza mai risparmiarsi. Per quelli della mia generazione, quando abbiamo mosso i primi passi in politica, è stato un punto di riferimento. Era una persona solida, generosa, disponibile. Luciano era sempre attento ai bisogni, alle richieste del territorio. Aveva ben chiara la sua missione e in questo modo ha vissuto fino in fondo il suo ruolo di rappresentante delle istituzioni».

Infine, «Luciano Guerzoni era un figlio del Novecento: aveva visto la seconda guerra mondiale, la barbarie del fascismo e del nazismo. Per questo - conclude Bonaccini - si era messo a disposizione dell'Anpi, di cui era diventato vice presidente nazionale. Non dimenticava mai quel passato angoscioso che pendeva minaccioso sul nostro futuro, non si stancava di ripeterlo. E ci esortava a vigilare, perché nulla è scontato, né pace, né democrazia».

 

IL CORDOGLIO DEL SINDACO MUZZARELLI “La notizia della morte del senatore Luciano Guerzoni mi ha molto addolorato. Sono vicino ai famigliari, ed esprimo loro le mie condoglianze personali e quelle di tutta la Città di Modena”. Così il sindaco Gian Carlo Muzzarelli ha espresso cordoglio per la morte dell’ex presidente della Regione e senatore Luciano Guerzoni, vicepresidente nazionale vicario dell’associazione partigiana Anpi. “Ha vissuto per il partito e le istituzioni – ha aggiunto il sindaco - con un impegno costante e incessante per la comunità modenese e regionale, la democrazia, e contro l'affacciarsi di vecchi e nuovi fascismi. Il suo percorso politico e istituzionale l'ha reso parte importante della storia della sinistra italiana e di tutto il nostro territorio”.

 

"La scomparsa di Luciano Guerzoni motivo di dolore per tutti noi". Inizia così il ricordo di Simonetta Saliera, presidente dell'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna, per la morte dell'ex presidente della Regione prima e dell'Assemblea poi. Un uomo che ha dedicato la sua intera vita alla politica nata all'interno del Pci modenese, di cui divenne anche segretario, proseguita tra i banchi del Pds, poi diventati Ds, e terminata nel Partito democratico. "Ha rappresentato - rimarca Saliera - una delle figure pi fulgide di quella generazione di donne e di uomini che hanno edificato e difeso la Repubblica democratica nata dalla Resistenza e costruito il sistema di decentramento regionale. Lo ha fatto con coerenza e rettitudine fino alla fine dei suoi giorni, intensificando la sua attivit nell'Anpi di cui era vicepresidente nazionale. Per Guerzoni parla la sua biografia: operaio, dirigente politico della sinistra italiana dal Pci al Pd, amministratore pubblico di provata onest e capacit, Parlamentare regionale e nazionale con importanti incarichi come la presidenza della giunta regionale prima e del Consiglio regionale poi, ha sempre servito le istituzioni con disciplina e onore, con coerenza e passione civile. Ai suoi cari a quanti l'hanno

conosciuto e insieme a lui affrontato tante battaglie vanno le nostre pi sentite condoglianze e la certezza che l'Emilia-Romagna non dimenticher mai il grande contributo di pensiero, azione ed esempio che Luciano Guerzoni ci ha donato nella sua lunga militanza politica e istituzionale".

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics