Quotidiani locali

Novi, bimba di 10 anni sviene in acqua: salvata

La giovane ha avuto un malore alla piscina Acquamarina di Moglia  per un probabile attacco epilettico, la ragazzina ha perso i sensi ed è scivolata sul fondo della vasca: è stata recuperata da bagnini e bagnanti

 NOVI. Una bambina di 10 anni residente a Novi è stata salvata questo pomeriggio (15 agosto), alla piscina Acquamarina di via Tazio Nuvolari a Moglia, dopo aver accusato un malore, forse un attacco epilettico. E' successo poco dopo le tre del pomeriggio di oggi, Ferragosto: la piccola era in piscina con il padre e una sorellina. Si tratta di una famiglia stabilimente residente nel vicino comune modenese da anni, che abitualmente frequenta la piscina del comune a sei chilometri da casa.

La bimba si trovava nella piscina piccola, dove l'acqua è alta solo fino a metà gambe. Nelle vasche c'era gente, ma non una ressa di bagnanti. All'improvviso è svenuta ed ha cominciato a scivolare sul fondo della vasca. Per fortuna, due bagnanti accanto a lei, si sono subito accorti di quanto stava succedendo. Quindi l'hanno presa in braccio e portata fuori dall'acqua. Grazie alla loro prontezza, la piccola non aveva fatto in tempo ad ingerire acqua. Subito sono intervenuti due bagnini che le hanno comunque praticato le minime manovre di pronto soccorso per farle riprendere conoscenza.

Nel frattempo è stato chiamato il 118 che ha mandato sul posto anche l'elicottero di soccorso. La bambina, già prima dell'intervento del personale sanitario, aveva cominciato a riprendere conoscenza e a parlare, riconoscendo il papà subito accorso accanto a lei. Però tremava in modo evidente, quasi come avesse le convulsioni. Automedica, ambulanza ed elicottero in breve sono arrivati all'impianto sportivo: hanno stabilizzato la piccola e, per precauzione, l'hanno comunque caricata sull'elisoccorso diretta in un centro neurologico specializzato, probabilmente a Brescia, dove la bimba verrà sottoposta ad ulteriori accertamenti.

Il padre ha riferito ai soccorritori che la figlia aveva già avuto alcuni episodi anomali, svenimenti, tremore, probabile quindi possa trattarsi di attacchi epilettici, non ancora però riconosciuti e certificati. Ora sarà necessario un ricovero per compiere tutti gli esami necessari.

Tira un sospiro di sollievo Franco Prando, legale rappresentante della coop sociale Ncm Gestioni Sportive, che ha in carico la piscina di Moglia, dopo l'ennesimo salvataggio a lieto fine. Solo quindici giorni fa, un bimbo di sette anni, grazie alla prontezza di riflessi di bagnanti e bagnini, era stato tratto in salvo dopo che aveva avuto una congestione in acqua. "E ieri (sabato) siamo dovuti intervenire anche per una signora

che si era sentita male in acqua, ma per fortuna si è ripresa rapidamente. Diciamo che è un'estate un po' impegnativa per noi. Speriamo che non succeda più niente" commenta Pardo.

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri inviati dal comando provinciale di Mantova.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro