Quotidiani locali

verso il referendum 

Comitato: «Aimag autonoma con alleanze temporanee»

Il Comitato Acqua Pubblica sta intensificando gli incontri per informare sul referendum comunale del 10 settembre sul futuro di Aimag. Nelle scorse settimane - come da richiesta del sindaco Bellelli...

Il Comitato Acqua Pubblica sta intensificando gli incontri per informare sul referendum comunale del 10 settembre sul futuro di Aimag. Nelle scorse settimane - come da richiesta del sindaco Bellelli quale condizione per la sua partecipazione al dibattito pubblico del 30 agosto alla sala congressi di via Peruzzi - il Comitato ha divulgato le prime tre proposte valide a immaginare soluzioni alternative che non prevedano la vendita o l’incorporazione di Aimag in Hera: ieri mattina, di fronte al municipio, ha illustrato la quarta.

«Riguardo alle necessità di alleanze per le future gare del gas - ha detto Roberto Galantini, portavoce dei promotori - riteniamo che l’azienda possa stringerne con i partner di volta in volta più opportuni. Per far ciò esistono diverse forme che lo permettono, senza che Aimag perda la propria indipendenza. Il contrario di quanto prospettato dai sindaci. Non siamo contrari a priori a qualsiasi cambiamento, ma a che la proprietà e il controllo di Aimag finisca in mani diverse dall’insieme dei Comuni-soci riuniti nel patto di sindacato. Piuttosto, valutiamo l’ingresso tra i soci di una forma di azionariato popolare».

L’incontro di ieri è uno dei tanti previsti fino a venerdì 8 settembre: è opinione del Comitato che ancora pochi siano i cittadini a conoscenza della questione o addirittura dell’esistenza del referendum. In questi giorni, il consigliere Roberto Arletti del Gruppo Misto aveva criticato l’affissione di un unico manifesto informativo sull’importante appuntamento e la scelta di posizionarlo in un punto meno visibile rispetto al rialzato della piazza. «Le disposizioni logistico-organizzative riguardanti la propaganda elettorale - ha replicato ieri l’assessore agli Affari Generali, Cesare Galantini - sono le stesse usate in occasione di passate elezioni. Gli spazi individuati dalla Commissione elettorale, otto in tutto, possono essere sul rialzato di piazza
dei Martiri o davanti al Torrione degli Spagnoli ma, visto che nei prossimi giorni (il 9 settembre c’è la Notte Bianca, ndr) si svolgeranno iniziative che troveranno sede anche sul rialzato, abbiamo deciso per l’altra parte della piazza, dove sono perfettamente visibili». (camma)

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro