Quotidiani locali

pievepelago 

Puntellato il Rifugio Marchetti

Mentre prosegue la polemica, cede la struttura chiusa dal 2015

PIEVEPELAGO . Resta intenso il dibattito sul Rifugio Marchetti del Lago Santo, chiuso dall’ottobre 2015 perché gli Usi Civici di Barga (Lucca), proprietari del terreno su cui sorge, hanno sfrattato il gestore (e proprietario delle mura) Giorgio Ballestri. In una nota, il sindaco di Pieve Corrado Ferroni esprime amarezza per non essere stato invitato all'incontro di domenica, e precisa che «le frane che hanno interessato nel 2010 e 2014 la strada hanno sicuramente limitato la fruibilità delle strutture ricettive ma non da provocarne la chiusura».

Sottolinea poi che la questione tra Ballestri e l’Asbuc è privata: «Non ha nulla a che vedere con gli accordi interregionali del 1986, è un contenzioso tra due soggetti per uno sfratto a causa di morosità e contratti non onorati», puntualizza, specificando che comunque il Comune «si è fatto carico di trovare accordi».

Da parte sua Ballestri, pur ribadendo la difficoltà economica legata alle frane, esprime stima nei confronti di Ferroni ma ribadisce che «serve un ulteriore impegno di tutti per arrivare a una conciliazione, unica strada possibile».

Non manca però di biasimare l’atteggiamento dell’Asbuc anche sulla custodia dell’immobile: «In due anni non hanno fatto nulla, e già ci sono problemi di infiltrazioni nel salone centrale che è stato puntellato, più grondaie cadute e altre criticità: ho fatto degli esposti per questo».

Intanto dall’opposizione il capogruppo Marco Caiumi incalza: «Sarà una questione tra privati, ma
stiamo parlando di una delle mete turistiche più importanti del territorio. Io mi chiedo: se a Modena un giorno il Caffè Concerto in Piazza Grande mettesse fuori dei puntelli e chiudesse tutto, il sindaco Muzzarelli non interverrebbe subito a tutela del salotto della città?». (dm)

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori