Quotidiani locali

Rubava in Comune a Medolla: scagionata

MEDOLLA. Era stata denunciata dai carabinieri di Medolla per aver sottratto cinque euro dal cassetto di un dipendente del Comune. C’erano filmati - aveva sostenuto l’accusa - che riprendevano la...

MEDOLLA. Era stata denunciata dai carabinieri di Medolla per aver sottratto cinque euro dal cassetto di un dipendente del Comune. C’erano filmati - aveva sostenuto l’accusa - che riprendevano la 40enne, dipendente di una cooperativa di pulizia, intenta nel furto all’interno dell’ufficio di un geometra. Era il 7 aprile e Rosaria Pugliese venne immediatamente allontanata dal municipio e licenziata. In paese per diverso tempo è stata additata come una ladra e ora fatica a trovare un’occupazione a causa di quella macchia che per mesi l’ha accompagnata.

Ora, però, è arrivata un’archiviazione completa, che in altre parole significa come l’addetta non abbia commesso alcun colpo. La richiesta di archiviare tutto era già stata inoltrata dal pubblico ministero, Claudia Ferretti, che nella sua proposta al Gip scriveva che “non ci sono elementi per attribuire in modo certo il fatto all’indagata: non è provata la materiale sottrazione della somma di 5 euro”.

Ha fatto poi seguito il decreto del giudice per le indagini preliminari, Eleonora Pirillo, che a stretto giro di tempo ha optato per l’archiviazione
in quanto “non è provata la materiale sottrazione della somma da parte della indagata”.

Si chiude così un capitolo complicato per Rosaria Pugliese, che assistita dall’avvocato Stefania Moretti ora sta cercando con caparbietà di voltare pagina e riprendersi la dignità lavorativa.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro