Quotidiani locali

Vai alla pagina su Emotion
Il tesoro del castello di Spezzano

Il tesoro del castello di Spezzano

A pochi chilometri dalla città, sulle prime colline modenesi, il Castello di Spezzano è un ottima idea per una breve gita domenicale. I primi documenti che parlano di un “Castro Spezani” risalgono al...

A pochi chilometri dalla città, sulle prime colline modenesi, il Castello di Spezzano è un ottima idea per una breve gita domenicale. I primi documenti che parlano di un “Castro Spezani” risalgono al 1228, quando nella zona sorgevano un mastio circondato da mura, qualche abitazione, un pozzo, granai e alcuni magazzini. Furono apportate significative modifiche all'edificio a partire dalla metà del XVI sec., quando la famiglia Pio di Savoia lo trasformò da maniero di tipo difensivo a residenza nobiliare, con una bella corte rinascimentale. Il castello divenne così il centro amministrativo e giuridico dello Stato di Sassuolo, nato già nel 1500 con Gilberto Pio. La visita al castello, gratuita se fatta in autonomia, porta alla scoperta della splendida sala delle vedute. Risalente alla fine del 1500, rappresenta tutti i possedimenti della famiglia Pio di Savoia. Ben 56 paesi, costituenti lo Stato di Sassuolo. Altra sala superba è quella che si trova al piano nobile (I piano). Si tratta della “Galleria delle Battaglie”, scoperta e restaurata a partire dal 1992. Infatti, il degrado a cui andò incontro il castello nel corso dei secoli, portarono alla cancellazione di molti dipinti. Per fortuna questo è stato ritrovato e recuperato. Lungo tutta la galleria, nella quale consiglio di far caso ai pavimenti, vengono rappresentate le battaglie riguardanti le famiglie Estense e Pio. Un visita al maniero, permette anche l'ingresso, sempre gratuito in quanto allestito nelle sale del castello, al museo della Ceramica. Potrete quindi conoscere la storia relativa alle tecniche di produzione di questo materiale a partire dal neolitico ad oggi. Sarete aiutati nel percorso da manufatti rinvenuti nella nostra provincia, assieme a riproduzioni e diversi cartelli esplicativi. All'interno della torre pentagonale è ospitata l'acetaia comunale, costituita da una batteria di 10 botti. La visita guidata al castello ed all’acetaia è possibile su prenotazione almeno 3 giorni prima, al costo di 5 euro a persona. Si può usufruire della visita guidata gratuita l'ultima domenica del mese, da marzo a ottobre, alle 17 e, a novembre, alle 16. Il castello, circondato da una lussureggiante vegetazione, è comunque aperto e visitabile autonomamente
ogni sabato e domenica dalle 15 alle 19. L'orario si riduce di un'ora (15-18) nel mese di novembre. Per informazioni e prenotazioni, inviare una e-mail a cultura@fiorano.it oppure telefonare allo 0536/833412.

www.viaggiareconlaura.com. Pagina Facebook Viaggiare con Laura.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon