Quotidiani locali

Carpi, preso un rappresentante col “vizietto” del furto

Un 29enne sorpreso dai carabinieri mentre rubava all’i nterno di Sos Display Aveva già riempito il borsone di smartphone per un valore di 5mila euro

CARPI. Stava facendo man bassa di apparecchi tecnologici di alta qualità, pensando di poter agire indisturbato, nel cuore della notte, in pieno centro storico. Ma l’intervento dei carabinieri del Radiomobile ha interrotto il furto e ha spalancato le porte della cella al ladro che stava svaligiando un negozio di telefonia.

L’episodio si è verificato poco prima delle 3 nella notte fra lunedì e ieri.

Una pattuglia di carabinieri della Compagnia di Carpi, insospettita dalle luci accese in piena notte dentro al negozio, ha colto in flagrante un 29enne di Pianoro, provincia di Bologna, e lo ha arrestato per furto aggravato.

Il 29enne è stato sorpreso nel magazzino del negozio Sos Display,che si occupa di riparazione di cellulari e si trova in via Nicolò Biondo 3d.

Il ladro era intento a riempire il proprio borsone con un’ampia varietà di smartphone per un valore di 5mila euro. Al momento dell'arresto è stato individuato come un 29enne di Bologna, residente a Pianoro, di professione rappresentante di commercio di apparecchiature elettroniche, senza precedenti penali.

I cellulari sono stati restituiti nella mattinata di ieri al titolare dell’esercizio commerciale, mentre l’uomo è detenuto in camera di sicurezza nella caserma dei carabinieri di Carpi, in attesa della direttissima che dovrebbe tenersi stamattina.

Vista la professione del ladro colto sul fatto, è possibile che la vasta quantità che il malvivente stava portando via venisse utilizzata per la rivendita. Particolari che potranno essere chiariti nel corso del procedimento giudiziario a carico del malvivente.

Il 29enne risulterebbe infatti iscritto regolarmente al registro professionale.

Nel frattempo, i commercianti della zona vicina al centro esprimono soddisfazione per il furto sventato.

Nelle scorse settimane, sempre nella stessa zona del centro, è stato preso di mira il negozio “Pausa Caffè”, dove i malviventi hanno portato via, durante la pausa

pranzo, macchine a cialde, soldi, computer e telefono. Sempre in centro, ma questa volta in corso Alberto Pio, la titolare del negozio Inside ha denunciato di essere costretta addirittura a rincorrere i malviventi che di frequente rubano capi d’abbigliamento nel suo negozio.
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik