Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Formigine, via ai controlli antisismici in tutti gli edifici scolastici

Il Comune stanzia i fondi per l’indagine sulle strutture più vecchie Il sindaco Costi: «La sicurezza di bambini e ragazzi è la nostra priorità»

FORMIGINE. Lo aveva già annunciato nel corso dell’ultimo Consiglio comunale, ora il sindaco Maria Costi ha avviato un percorso approfondito di indagine sismica sugli edifici scolastici del territorio di Formigine e frazioni. In questi ultimi mesi in diversi comuni della provincia sono esplose vere e proprie polemiche sulla questione ed è dunque un tema assai sensibile e molto caro ai cittadini. D’altronde quando si parla della sicurezza dei bambini e dei ragazzi non può essere altrimenti.

Il ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

FORMIGINE. Lo aveva già annunciato nel corso dell’ultimo Consiglio comunale, ora il sindaco Maria Costi ha avviato un percorso approfondito di indagine sismica sugli edifici scolastici del territorio di Formigine e frazioni. In questi ultimi mesi in diversi comuni della provincia sono esplose vere e proprie polemiche sulla questione ed è dunque un tema assai sensibile e molto caro ai cittadini. D’altronde quando si parla della sicurezza dei bambini e dei ragazzi non può essere altrimenti.

Il Comune ha dunque avviato un bando per un’indagine approfondita sugli edifici scolastici. Sono nove in tutto, di cui uno, le medie Fiori, è già stato oggetto di verifica sismica e «sono stati progettati ed appaltati i lavori di miglioramento sismico 1° stralcio, la cui realizzazione è prevista nell’estate 2018». Mentre è «opportuno provvedere a verifiche sismiche per i restanti 8 fabbricati “ante classificazione sismica”, dando priorità a quelli più vetusti ed in particolare a: scuola dell’infanzia Prampolini a Casinalbo, scuola primaria Don Mazzoni-Nido Alice a Corlo, scuola primaria Ferrari a Formigine e scuola primaria Don Milani a Casinalbo».

Sono stati stanziati 24mila e 800 euro ed ora si attende il bando. La ditta che se lo aggiudicherà dovrà «avviare le indagini entro e non oltre quindici giorni dall’aggiudicazione. Il servizio dovrà essere completato nei successivi novanta giorni. Tutte le verifiche dovranno essere condotte in modo da non interferire in alcun modo con le attività didattiche e pertanto al pomeriggio, terminate le lezioni, ovvero durante i week end. Qualora siano previste indagini distruttive che producano polvere e/o materiale di risulta, la ditta dovrà disporre adeguate pulizie in modo da non precludere lo svolgimento delle lezioni».

Le indagini comunque non partiranno prima del 31 agosto 2018.

Il tema della sicurezza sismica è stato anche ogetto di dibattito nel corso dell’ultimo Consiglio comunale, durante il quale, nell’ambito della discussione riguardante le ex Carducci, il sindaco Maria Costi è intervenuta con forza: «Voi tutti avete visto le immagini del recente terremoto che ha colpito il Messico, dove si trovava la nostra Cecilia Camellini (la campionessa di nuoto paralimpica, ndr). Si è salvata perchè si trovava in un edificio sicuro, ad altri, invece, avete visto cosa è successo. Le ex Carducci al momento non sono sicure e se qualcuno lo vuole migliorare (tramite la manifestazione di pubblico interesse, ndr) lo può fare, ma noi oggi abbiamo altre priorità. Priorità concordate all’inizio del nostro programma cioè mettere in sicurezza le scuole dove oggi i nostri ragazzi stanno andando a lezione. Questo per me è un argomento su cui non credo di poter fare mediazioni. Abbiamo scuole da migliorare sismicamente ed inizieremo l’anno prossimo con le Fiori, ma faremo ogni sforzo per cercare risorse per intervenire anche sugli altri edifici scolastici. È questa la priorità, perchè per la nostra area il terremoto è un problema reale». (gib)