Quotidiani locali

Botulino nelle cime di rapa sott'olio, ricoverato modenese

La vittima è un salentino che vive da anni a Modena. L'ausl di Lecce ha disposto un maxi sequestro del lotto dove si sospetta la presenza del pericoloso batterio

MODENA.  Un leccese trapiantato a Modena è stato ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Modena dopo aver mangiato cime di rapa sott'olio che conteneva, secondo le prime analisi, il botulino.

Di qui una catena di sequestri. L'Asl di Lecce ha disposto e fatto eseguire a scopo preventivo il ritiro dal commercio di circa 300 confezioni di cime di rape sott'olio denominate 'Gusto del Salento', presso la Soc.Coop. Agricola Natura arl, nella zona industriale di Casarano, dove vengono prodotte. Si tratta di un intero lotto, il RN3317 con scadenza 15/10/2019, ritirato per sospetta presenza di botulino, un batterio particolarmente pericoloso per la salute umana. Da esami di laboratorio, eseguiti dalla stessa azienda, il 'ph' dell'alimento  risultato al di fuori dei parametri di legge.

   Il blocco segue quello di 70 vasetti in vetro da 400 grammi ciascuno del lotto RN 3817, con scadenza 10/10/2019, dello scorso 9 ottobre, scaturito in seguito al ricovero al policlinico dell'uomo che aveva mangiato le cime di rapa sottolio. Dagli esami successivi era stata riscontrata la presenza

di botulino nella confezione che l'uomo aveva acquistato in un negozio di alimentari del posto. Da qui l'allarme diffuso dalla stessa azienda a tutti gli acquirenti del prodotto di non consumarlo e di riportarlo presso l'esercizio commerciale dove  stato acquistato.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics