Quotidiani locali

Il Gambero Rosso ama la cucina modenese

In lista il meglio della provincia: da Bottura a Marchini e Rino Duca, dall’Osteria di Rubbiara a La Fefa

MODENA. È il periodo dei giudizi nel mondo della gastronomia. In contemporanea con l'uscita della guida dell'Espresso, ecco anche l'edizione numero 27 della guida "Ristoranti d'Italia 2018" del Gambero Rosso, un vero e proprio vademecum per tutti i buongustai che offre un'istantanea del panorama della ristorazione nazionale contemporanea. L'assegnazione dei premi è avvenuta llo scorso 23 ottobre all'hotel Sheraton di Roma.

Il volume comprende 2420 indirizzi (di cui circa 300 nuovi) dislocati su tutta la Penisola divisi su 704 pagine. Le Tre Forchette sono 38 (9 in più rispetto all'edizione 2017), 25 Tre Gamberi (7 in più dello scorso anno),poi 11 Tre Bottiglie, 3 Tre boccali, 3 Tre Mappamondi, riconoscimento assegnato ai migliori ristoranti etnici. Premiati anche i bistrot, e quella cucina informale (ma curata e originale) che si presta a ogni momento della giornata, con un approccio moderno e fresco alla ristorazione di qualità: 3 i locali che hanno ottenuto le tanto ambite Tre Cocotte.

Le tavole segnalate per l’ottimo rapporto qualità/prezzo sono 22, e 19 i Premi Speciali assegnati ai protagonisti del settore. I voti vengono espressi in centesimi e il più bravo della classe quest'anno è stato l'abruzzese Niko Romito che, con il suo Reale di Castel di Sangro, si è aggiudicato 96/100. Segue l' "Osteria Francescana" del nostro super chef Massimo Bottura con 95/100 affiancato a pari punti da Heinz Beck, chef de "La Pergola" del Cavalieri Waldorf Astoria di Roma.

Bottura è invece il capofila dei 22 ristoranti recensiti dalla guida sul territorio modenese, seguito da Luca Marchini che con il suo "L'Erba del Re" guadagna un punto rispetto allo scorso anno totalizzando 87/100: "Questo risultato è il frutto di un impegno e lavoro quotidiano importante da parte mia e di tutto il mio team che rappresenta per me un supporto indispensabile. E' una grande soddisfazione vedere riconosciuti gli sforzi e la passione che ogni giorno permeano il nostro operato" - ha dichiarato lo chef. L'Hosteria Giusti si aggiudica 83/100 confermando il voto dello scorso anno.

Ottima conferma anche per l'Antica Moka che è stabile con i suoi 80/100. Un punto in più invece se lo è aggiudicato Rino Duca de "Il Grano di Pepe" di Ravarino che sale a 78/100. Conferme per "Strada Facendo" di Emilio Barbieri con 77/100 e per "La Lumira" di Carlo Alberto Borsarini di Castelfranco Emilia con 75/100. Due gamberi per "Laghi" di Campogalliano, per i carpigiani "Baldini" e "Trattoria di Cognento", per "Gabriella" di Fanano e per "Osteria La Fefa" di Finale e per il modenese "Il Fantino". Un gambero se lo sono aggiudicati "Il Pastore" di Marano, "Da Enzo" e "L'Osteria di Rubbiara". Una cocotte

per "8 Brooklyn" e due per "La Franceschetta 58". "Archer" viene segnalato con una bottiglia e mentre le menzioni sono per "La Lanterna di Diogene" descritta come cooperativa virtuosa che dà lavoro a ragazzi con diverse abilità, per "L'Incontro" di Carpi e per il "San Rocco" di Sestola.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon