Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Scuole Galilei di Mirandola: c’è un altro video: offese, banco rotto e nota disciplinare

Il 15enne che ha lanciato il cestino alla prof cerca di incolpare altri e aizza la classe contro la donna: «Scema! A casa» Lei alla fine lo punisce con una nota disciplinare sul registro di classe

Scuola di Mirandola, dopo il cestino lanciato in testa alla prof, ecco la discussione tra studente e docente



Un atteggiamento che tuttavia deve esercitare un certo fascino, dal momento che il 15enne è punto di riferimento per alcuni. Consapevole di questo, il video lo mostra mentre tenta di provocare una sorta di ribellione, gridando “a casa a casa”, come se gli adulti che non si adeguavano alle sue indi ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Scuola di Mirandola, dopo il cestino lanciato in testa alla prof, ecco la discussione tra studente e docente



Un atteggiamento che tuttavia deve esercitare un certo fascino, dal momento che il 15enne è punto di riferimento per alcuni. Consapevole di questo, il video lo mostra mentre tenta di provocare una sorta di ribellione, gridando “a casa a casa”, come se gli adulti che non si adeguavano alle sue indicazioni avessero dovuto andarsene, o come se il resto della classe dovesse seguirlo nella ribellione. Nell’audio - oltre al caos ingravescente - si intuisce anche qualche disapprovazione di altri scolari, che indicano nel reale autore del fatto il responsabile.



Sono questi gli elementi al centro di un terzo video che sta circolando tra gli studenti. Girato dallo stesso studente che sarà denunciato per diffamazione, anche dai carabinieri, ma il cui filmato ha consentito di aprire una finestra inequivocabile sulla situazione.

Che nella classe di specie (ma il problema non solo del Galilei, non solo mirandolese) era passata di recente attraverso il lancio di banchi e seggiole fuori dalla finestra, con la stessa... firma. E con sanzioni “operative” rivelatesi insufficienti.

Nel primo filmato diffuso, si ricorderà, lo studente si era procurato due cestini. Uno l’ha lanciato su un altro banco. L’altro alla cattedra, dove rimbalzando ha colpito la prof al capo.



Come mostrato ieri dalla Gazzetta, c’è anche un terzo filmato, nel quale il 15enne è stato nel frattempo spostato in avanti. E lì di nuovo cerca di far montare il caos. Quando viene zittito reagisce. E urla “scema”. L’insegnante replica “Bene, allora compito in classe” e il 15enne, sempre spalleggiato da una buona parte di colleghi, inscena una protesta, smonta il banco (la tavola superiore) e lo brandisce, in un clima sempre più surreale, consolidato.

In attesa di verificare a quale esito conducano le varie querele e denunce (dalla stessa insegnante, che si è vista disegnare un segno fallico sulla lavagna elettronica mentre scriveva la nota, mentre si è parlato anche di una penna lanciata), passaggio cruciale resta il Consiglio di istituto straordinario convocato. Intanto il Ministero assicura l’esistenza di una reazione consapevole e operativa da parte delle istituzioni scolastiche.