Quotidiani locali

Diamanti come bene rifugio, modenesi ingannati dalle banche

Federconsumatori ha ricevuto decine di telefonate dei clienti: nessun business a fronte dei possibili guadagni proposti

MODENA Da quando è stata pubblicata la notizia che l’Antitrust ha multato 4 banche e 2 società di intermediazione sulle vendita di diamanti, il centralino della Federconsumatori di Modena ha ricevuto decine di telefonate di aiuto da parte di risparmiatori a cui sono stati venduti dei diamanti da parte di questi soggetti.

In tempi in cui i tradizionali investimenti non sono più allettanti, le banche hanno proposto i diamanti come un bene rifugio e come forma di investimento da proporre ai clienti. Purtroppo diversi risparmiatori, dopo l’acquisto, si sono resi conto che l’acquisto, anche di numerosi carati, non ha rappresentato un buon affare. 15,35 milioni di euro è la multa comminata dall’Antitrust al termine di due istruttorie ai broker Intermarket Diamond Business e Diamond Private Investment e alle banche coinvolte: Unicredit, Banco Bpm, Intesa San Paolo e MPS per informazioni omissive e pubblicità ingannevole in merito alle caratteristiche dell’investimento proposto (acquisto di diamanti), al prezzo dei diamanti stessi e alla convenienza economica di tale acquisto.

Federconsumatori

di Modena invita i risparmiatori modenesi, coinvolti, a rivolgersi ai suoi sportelli, telefonando allo 059-260384, dove i suoi consulenti valuteranno caso per caso sul tipo di percorso di tutela più opportuno da intraprendere per ottenere i dovuti rimborsi

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista