Quotidiani locali

movimenti in casa m5s 

Ferraresi e Dell’Orco pronti a ricandidarsi

Nel Pd qualcuno - il senatore Vaccari - si è già portato avanti, con rendiconti e tour in provincia per illustrare l’attività di questi cinque anni. E mentre gli altri parlamentari dem valutano il da...

Nel Pd qualcuno - il senatore Vaccari - si è già portato avanti, con rendiconti e tour in provincia per illustrare l’attività di questi cinque anni. E mentre gli altri parlamentari dem valutano il da farsi, anche in casa Movimento 5 Stelle si pensa al prossimo mandato a Roma, con le elezioni politiche ormai alle porte (si voterà probabilmente a marzo). Ma come si muoveranno i due deputati modenesi uscenti, il finalese Vittorio Ferraresi e il formiginese Michele Dell’Orco? L’idea sarebbe quella di ricandidarsi, anche perché, come ricorda Ferraresi, «il nostro statuto prevede la possibilità di fare due mandati, e quindi la volontà sarebbe quella di portare a termine il percorso per proseguire il lavoro fatto finora». In realtà, c’è ancora da capire come la nuova legge elettorale approvata il 26 ottobre permetterà di incastrare i collegi uninominali e quelli plurinominali, perché i Cinque stelle potrebbero anche avere un solo candidato modenese. Di fatto, secondo quanto previsto dal “Rosatellum”, i collegi uninominali saranno pari al 36% di quelli complessivi, mentre il 64% dei collegi saranno plurinominali, senza premio di maggioranza. Traducendoli in seggi, 231 di quelli disponibili alla Camera (e 109 al Senato) saranno uninominali con formula maggioritaria (vince il candidato più votato), mentre i restanti 399 seggi saranno assegnati con il metodo proporzionale nell’ambito di collegi plurinominali. Una formula piuttosto complessa, che dovrà essere valutata a fondo per capire come muoversi in vista delle elezioni. Quel che è certo è che per scegliere quelli che saranno effettivamente i candidati in pista, il Movimento organizzerà le “parlamentarie”, dando così la possibilità di scelta ai cittadini. «La volontà sarebbe quella di esserci - spiega Dell’Orco - ma più
che ai nomi ora dobbiamo pensare ai temi da proporre alle elezioni, a partire dalla mobilità sostenibile e dalla tutela dell’ambiente». «Per ora cerchiamo di chiudere bene la legislatura - gli fa eco Ferraresi - e poi vedremo di capire quali saranno le possibilità a seconda dei collegi».

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista