Quotidiani locali

Carpi, regala la visita medica a tutte le dipendenti

L’imprenditrice Gloria Trevisani dona ecografia mammaria ed esame senologico. In azienda anche un medico per parlare dell’importanza della prevenzione

MODENA. Hanno regalato la visita senologica e un’ecografia mammaria a sedici dipendenti donne che prestano lavoro presso la propria azienda. Perché fare gli imprenditori significa non solo guardare al profitto, ma mettere al centro le persone.

Questo il bel gesto tradotto in realtà dalla ditta Crea Si, trasferitasi a Carpi da Rovereto dopo che i danni provocati dal terremoto del 2012. La titolare, Gloria Trevisani, ha voluto imprimere una marcia in più sin dall’inizio nella conduzione della sua azienda, che si occupa di realizzare tutto quello che nasce dall’idea degli stilisti, dal cartamodello al prototipo fino ai capi per sfilate ed eventi.

Diversi sono i riconoscimenti conferiti all’azienda nel corso degli anni per, ad esempio, la flessibilità negli orari, l’introduzione del part time e del telelavoro.

Una filosofia che, dopo le scosse e il trasloco a Carpi, è rimasta il filo conduttore dell’azienda tanto che il regalo della visita medica è stato accompagnato dall’arrivo in ditta di un medico che ha illustrato i benefici della prevenzione.

«Nel corso dell’Ottobre rosa, abbiamo preso un accordo con il poliambulatorio Physios di Rovereto - racconta Gloria - ho sedici dipendenti e mi è venuto spontaneo pensare a questo gesto, dal momento che si parla tanto di welfare, in campo lavorativo, e prevenzione di malattie, in campo sanitario. Così abbiamo preso un accordo con il poliambulatorio per una visita senologica e l’ecografia mammaria. La Physios ci ha preparato un modulo intestato a ciascuna lavoratrice, che avrà sei mesi di tempo per sottoporsi agli accertamenti. Il dottor Ilves Guidi di Physios è venuto in azienda, inoltre, per spiegare l’importanza della prevenzione portando a supporto molti dati interessanti. Per noi i nostri collaboratori rappresentano l’aspetto più importante dell’attività».

I valori dell’azienda sono rimasti intatti nel tempo nonostante le difficoltà che il terremoto ha creato alle realtà del nostro territorio. Difficoltà presenti soprattutto sul versante delle tasse da pagare dopo i continui rinvii disposti dal Governo per le imprese danneggiate dalla furia del sisma del 2012.

«Le tasse sono state sospese e il pagamento rinviato più volte - continua la titolare Gloria Trevisani - Per le aziende che ne avevano i requisiti è stato previsto un piano di rientro di quattro anni e mezzo spalmato su più rate ogni sei mesi. Questo per noi comporta difficoltà, dal momento che questo esborso ulteriore di tasse non è certo parallelo a un aumento di fatturato. E il mancato fatturato

del 2012, l’anno del terremoto, sappiamo per certo che non lo recupereremo mai più. Questo in un contesto che per il tessile abbigliamento non si può definire certo, come testimoniano, purtroppo, le esperienze di aziende in crisi nel nostro comparto».


 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista