Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Mirandola, Castello dei Pico, progetto nel 2018

Nuova visita guidata agli storici edifici del centro in attesa di restauro

MIRANDOLA. Cinquanta mirandolesi hanno sfidato il freddo artico ieri alle 9,30 per il secondo appuntamento del percorso di urbanistica partecipato che ha fatto tappa al Castello dei Pico. «Edificio complesso e danneggiato dal sisma. La progettazione del recupero terminerà nel 2018, poi ci sarà l’accantieramento. Diventerà un Castello della memoria storica con spazi espositivi, museali e mostre», ha assicurato l’assessore Ganzerli. Divisi in gruppi e armati di caschetti forniti dai vigili del ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MIRANDOLA. Cinquanta mirandolesi hanno sfidato il freddo artico ieri alle 9,30 per il secondo appuntamento del percorso di urbanistica partecipato che ha fatto tappa al Castello dei Pico. «Edificio complesso e danneggiato dal sisma. La progettazione del recupero terminerà nel 2018, poi ci sarà l’accantieramento. Diventerà un Castello della memoria storica con spazi espositivi, museali e mostre», ha assicurato l’assessore Ganzerli. Divisi in gruppi e armati di caschetti forniti dai vigili del fuoco, i cittadini sono stati accompagnati all’interno di uno dei palazzi simbolo del centro, la prima volta nl post-sisma. «Nell’ingresso a piano terra i danni sono limitati e sono ancora visibili i segni dell’ultima mostra, “Cronaca della nobilissima famiglia Pico”, rimasta in esposizione fino ad aprile 2012», ha spiegato Aurelio Borsari, tecnico del Comune.

La visita si è poi spostata in quelle che tra ‘700 ed ‘800 erano le prigioni, adibite in epoca moderna ad ospitare mostre, di cui Giampaolo Ziroldi, dirigente del settore cultura, ha ripercorso la storia. Salendo la scala principale, sui cui muri sono stati fatti notare gli studi materici e stratigrafici eseguiti, si è giunti in due degli ambienti più danneggiati dal sisma. «L’auditorium ha subito danni importanti specie nella zona ovest, quella del palco» ha puntualizzato Borsari. «La sala dei carabini, sede del museo civico è compromessa, per una spaccatura nel pavimento», ha precisato Ziroldi. Il percorso si è infine concluso all’ultimo piano dove da una finestra è possibile avere un punto di vista privilegiato sull’andamento del cantiere esterno. «L’accantieramento del teatro partirà entro il 2018 - ha detto Ganzerli dal foyer del teatro - e in due anni e mezzo lo riconsegneremo: sarà un polo culturale per serate teatrali, dirette streaming di eventi internazionali, concerti e conferenze. Come l’ex liceo Pico: nuova biblioteca e luogo interattivo e di cultura. L’ex Gil oltre alla sede della polizia verrà destinato ad altre attività e riqualificato nel giardino».

«Il 31 verrà pubblicata la gara per la riqualificazione di piazza Garibaldi e nel 2018 partiranno i lavori” ha aggiunto Alessandra Mantovani.

Valentina Corsini