Quotidiani locali

Modena tensione in centro lancio di bombe carta e cariche della polizia

Il presidio in piazza Torre ha aperto la serie di manifestazioni pro e contro lo Ius Soli e contro il fascismo preoviste nel centro di Modena. Vasto spiegamento di forze. Circa 250 anarchici hanno chiesto di poter sfilare bloccati dalla polizia. In 150 al monumento ai caduti contro lo Ius Soli

Modena, scontri al presidio antifascista tra manifestanti e polizia Cariche della polizia sono avvenute a Modena durante un corteo organizzato da un gruppo di manifestanti per protestare contro il presidio organizzato da Difendi Modena con l'adesione di Forza Nuova e grupi SKinheads e altri movimenti di estrema destra in città per dire no allo Ius soli. La folla ha acceso alcuni fumogeni di fronte agli agenti, schierati in assetto antisommossa La cronaca e le fotoImmagini da H24

MODENA. Una serata di tensione e scontri in centro storico a Modena, dove oggi era in programma un presidio contro lo Ius Soli al quale hanno preso parte gruppi di estrema destra, con skinhead provenienti soprattutto da Veneto.

Modena: corteo antifascista, la carica della polizia Ecco il momento di maggiore tensione durante il corteo antifascista di Modena. In largo Porta Bologna i manifestanti lanciano alcune bombe carta, provocando la reazione della polizia che carica il gruppo di anarchici per respingerli verso Corso Canalgrande. Due persone sono state fermate. Montaggio Gino Esposito

Mentre il presidio era in corso (circa 200 i partecipanti), gruppi di antagonisti hanno tentato di avvicinarsi all'area, in viale Martiri della Libert, vicino al monumento ai caduti. Le forze dell'ordine hanno fatto una carica di alleggerimento in zona largo Porta Bologna- via Emilia e sono state fatte scoppiare bombe carta. In corso Canalgrande, sempre in pieno centro storico, sono giunte anche due ambulanze per soccorrere almeno un contuso. Il presidio contro lo Ius Soli si concluso alle 22 come previsto.

LA CRONACA MINUTO PER MINUTO

E' stata la  manifestazione promossa dal tavolo delle associazioni Modena di Pace (Tam Tam di pace) organizzata in piazza Torre a partire dalle 18, ad aprire la sera delle 4 manifestazioni a Modena.

leggi anche:

Una manifestazione promossa come risposta all'altra manifestazione, il presidio contro lo ius soli promossa dal movimento "Difendi Modena" previsto dalle 20,30 davanti al Monumento ai Caduti in viale Martiri della Libertà. A completare il programma il presidio anti fascista del Collettivo Stella Nera previsto per le 20 in piazza Matteotti e quello degli antagonisti, antifascisti, in largo Porta Bologna.

Davanti al Sacrario della Resistenza, ai piedi della Ghirlandina, si sono radunate alcune centinaia di persone appartenenti ad associazioni che fanno capo a “Tam Tam di pace”, alle quali si sono uniti rappresentnati dei partiti come Pd, Mdp, Prc, Si, sindacati e associazioni come Acli e Arci. Presente anche il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli che nel suo intervento ha ribadito che nel suo intervento

il coordinamento di associazioni cui afferiscono, tra le altre, Anpi, Acli, Arci, si terrà il contropresidio davanti al sacrario ai Caduti, in piazza Torre. A questo presidio hanno aderito Pd e Mdp 

leggi anche:

il sindaco Gian Carlo Muzzarelli ha ribadito che  “Modena e i modenesi non hanno bisogno di chi fomenta l’odio razziale, inneggia alla violenza e coltiva la cultura e i simboli del nazifascismo. A maggior ragione, pochi giorni dopo aver celebrato i 70 anni del conferimento della Medaglia d’oro al valor militare per la Guerra di Liberazione”. Intorno alle 19,30 il presidio antifascista in piazza Torre si è concluso e il raduno si è sciolto.

VASTO SPIEGAMENTO DI FORZE.  Tutte le strade del centro storico, soprattuto quelle a ridosso dei quattro punti previsti per i presidi in programma, sono presidiate da un vasto spiegamento di forze. Numerosi i controlli effettuati, Nel corso di uno di questi sono state rinvenute nascoste in un cespuglio pietre e bottiglie, forse un piccolo "arsenale" per eventuale assalti di una fazione nei confronti dell'altra.

ALLE 19,30 VIA AL PRESIDIO STELLA NERA.  In piazza Matteotti si è aperto il presidio anti fascista del Collettivo Stella Nera. Una ventina di persone si sono sistemate nel piazzale aprendo i propri striscioni

LARGO PORTA BOLOGNA CONCENTRAMENTO DEGLI ANTAGONISTI. In Largo Porta Bologna si sono già radunate una ventina di persone tenute sotto controllo dagli uomini delle forze dell'ordine.

ARRIVATI I MANIFESTANTI CONTRO LO IUS SOLI. In largo Porta Bologna è iniziato il concentramento dei manifestanti di DIfendi Modena contro lo ius soli.

ORE 20 CHIUSO IL TRAFFICO SU VIALE MARTIRI La polizia municipale ha iniziato a chiudere il passaggio delle auto su viale Martiri per permettere lo svolgimento del presidio in sicurezza.

20.15 CONCENTRAMENTO DI SINISTRA IN LARGO GARIBALDI. Un gruppo di una cinquantina di persone con striscioni contro il fascismo si è radunato in largo Porta Bologna. Si tratterebbe soprattutto di appartenenti a gruppi anarchici bolognesi.

20.50 TRATTATIVA PER UN CORTEO I gruppi anarchici antifascisti hanno si sono radunati in largo Porta Bologna chiedendo di sfilare per le strade di Modena per manifestare. Chiedono di poter fare un corteo fino a piazza Grande. La questura per il momento non ha dato il suoi benestare. Slogan e cori si stanno alzando da un gruppo di oltre un centinaio di persone all'inizio di  via Emilia centro. "Difendi Modena un'associazione che non esiste, prodotto di Terra dei Padri dove si radunano fascisti" dice lo speaker.

20.50 MANIFESTANTI CONTRO LO IUS SOLI SI RADUNANO AL  MONUMENTO. Sono circa una settantina le persone che alla spicciolata si stanno radunando al monumento ai caduti per partecipare alla manifestazione contro lo Ius soli organizzato da "Difendi Modena" con il sostegno di "Terra dei Padri"

21.15 IN 200 AL MONUMENTO AI CADUTI CONTRO LO IUS SOLI Sono circa 200  le persone che si sono radunate davanti al Monumento ai Caduti per la manifestazione contro lo Ius Soli. Una settantina le persone stimate dalla questura come modenesi, gli altri sono persone provenienti dal Veneto appartenenti a gruppi Naziskin

 21,20 LANCIO DI BOMBE CARTA. Dal gruppo dei manifestanti in largo Porta Bologna sono state lanciate due bombe carta. ne è seguito un momento di parapiglia con carica della polizia per far indietreggiare gli anarchici - in tutto 250 - sistemati in gruppo. Dopo la carica sono indietreggiati verso corso Canalgrande. Si temono tentativi di sganciamento per raggiungere il gruppo dei naziskin.

21.45 LA SITUAZIONE SI CALMA E I MANIFESTANTI ANARCHICI SE NE VANNO. Dopo essersi radunati in fondo a Corso Canalgrande il gruppo di oltre 200 persone si è via via diviso avviandosi verso il parco Novi Sad e la situazione è tornata normale.

22 MANIFESTAZIONE FINITA AL MONUMENTO. Alle 22 si è conclusa la manifestazione al monumento dei caduti contro lo Ius Soli. I partecipanti si sono pian piano avbviati verso le auto. Senza alcun problema di ordine pubblico.

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro