Quotidiani locali

Il “Crogiolo” Marazzi sarà al servizio della città

Accordo tra azienda e Comune per l’utilizzo della storica sala polivalente Inaugurazione il 21 gennaio. Uno spazio culturale con tanti appuntamenti

Un nuovo spazio culturale per la città, una sala polivalente in uso, gratis, al Comune, che porterà i sassolesi a riunirsi, per eventi culturali e civici, in uno spazio che è nella storia industriale ed economica della città. Stiamo ovviamente parlando del Crogiolo Marazzi, l’edificio dove negli anni 30 partì l’avventura della ceramica Marazzi, oggi uno dei brand più importanti al mondo per il settore. Lo spazio, che nel corso dei decenni è stato fabbrica, magazzino e laboratorio di idee in cui sono state sperimentate alcune delle più importanti innovazioni in ceramica, è oggi una sala polivalente, in grado di ospitare eventi di ogni tipo. Dopo mesi di attesa, e di voce che si rincorrevano, ieri è arrivata la firma della convenzione tra azienda e Comune e c’è già anche una data per l’inaugurazione, il 21 gennaio. La convenzione firmata dal sindaco Claudio Pistoni e dall’amministratore delegato di Marazzi, Mauro Vandini, prevede l’utilizzo, a titolo gratuito, da parte del Comune di Sassuolo, dello spazio “Crogiolo”, per attività culturali, civiche e di spettacolo rivolte al pubblico, per un massimo di 25 giornate nel corso di tutto il 2018. A curare la programmazione culturale sarà il Comune, coi propri uffici, e in occasione dell’inaugurazione verrà presentato un cartellone di appuntamenti, tutti ad accesso gratuito, che saranno scelti tenendo conto dell’interesse culturale e delle peculiari caratteristiche tecniche e acustiche dello spazio Crogiolo. «Siamo molto felici di aprire alla città le porte del Crogiolo – ha spiegato l’a.d. di Marazzi Group, Mauro Vandini – perché questo è il luogo dove la Marazzi è nata nel 1935, e ha ospitato, negli anni 80, le sperimentazioni Marazzi, divenendo quel laboratorio culturale sulla ceramica voluto da Filippo Marazzi, a cui deve il nome Crogiolo, dove hanno operato artisti, architetti e fotografi di fama internazionale. Aprirlo al pubblico per ospitare eventi culturali organizzati dal Comune è un contributo coerente con la storia dell’edificio e anche con il ruolo dell’azienda sul territorio». Soddisfazione, naturalmente, anche nelle parole del sindaco, dato che la città, dopo la chiusura del Carani, attendeva fremente uno spazio per eventi e iniziative, anche se, lo hanno sottolineato già alcune settimane fa gli addetti ai lavori, il Crogiolo non vuole sostituire, in prospettiva, il teatro Carani. «Uno spazio storico della città che torna al suo antico splendore e viene messo a disposizione di Sassuolo – ha sottolineato Pistoni – grazie al lavoro ed alla disponibilità di Marazzi Group che ringraziamo a nome di tutta la collettività. Si tratta di una sala polifunzionale, in cui potranno essere ospitate performance, reading e appuntamenti culturali: non un teatro o un’alternativa a spazi di cui la nostra città ha ancora bisogno, ma un passo avanti importante reso possibile dalla disponibilità di un’azienda privata, come Marazzi Group, che vive sul territorio ed ha a cuore i suoi bisogni.
Grazie al Crogiolo avremo finalmente la possibilità di allestire una programmazione di livello e di dare spazio alle attività culturali delle associazioni». Al momento la convenzione è relativa al 2018 ma prevede un rinnovo, col consenso di azienda e Comune, per l’anno successivo.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro