Quotidiani locali

tre interventi dei vigili di san possidonio 

Scontro, nonno sbadato ma graziato

Gli altri due automobilisti non vogliono il rimborso dei danni

SAN POSSIDONIO. Tre giorni “di passione” per la polizia municipale di San Possidonio tra incidenti, anziani maldestri alla guida ma graziati dalla bontà dei compaesani e “fuggitivi” infine rintracciati.

Tra lunedì e ieri, infatti, tre gli episodi accaduti in paese che hanno richiesto l’intervento degli agenti. Il più grave proprio ieri in centro alle 7,40 quando, in via Malcantone, una Lancia Ypsilon ha urtato un pakistano 30enne - M.A. le sue iniziali - che era in sella alla bici. L’uomo, domiciliato a Concordia, è così caduto a terra rimediando diverse ferite. Si trova ricoverato a Baggiovara e la prognosi è di 40 giorni. Per soccorrere il 30enne è arrivato sul posto anche l’elisoccorso ma il personale del 118 ha infine deciso per il trasporto in ospedale in ambulanza. Dispiaciuto per l’accaduto ma incolume il 50enne di San Possidonio alla guida della Ypsilon. L’uomo - M.P. le sue iniziali - stava percorrendo via Malcantone per portare nella vicina scuola i due figli piccoli, quando è avvenuto lo scontro.

Singolare invece l’incidente di martedì in via Mazza. Dove alle 17,30 un anziano del paese, sbagliando una manovra con la sua Punto, è uscito di strada danneggiando altri due veicoli in transito. I conducenti delle vetture, però, mossi a bontà se ne sono andati asserendo che avrebbero provveduto di tasca propria a riparare i danni. Quando la municipale è arrivata, infatti, si è stupita di trovare solo l’anziano e non i proprietari degli altri mezzi. Dopo essere stati rintracciati dalla municipale si sono giustificati dicendo: “Non volevamo infierire su un nonno”.

Dai due automobilisti dal cuore d’oro, alla fuga menefreghista di un altro autista. Si tratta di un indiano 20enne di San Possidonio che, lunedì alle 19, fuoriuscendo di strada sulla sua Golf ha abbattuto un palo della luce danneggiando anche
la pista ciclabile. Fuggendo come se nulla fosse. L’indomani, però, il campanello di casa ha squillato. Era la municipale che, dopo averlo rintracciato, gli ha recapitato un amaro “regalo” natalizio: una multa salata per gli ingenti danni provocati.

Valentina Corsini

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon