Quotidiani locali

medolla e mirandola 

Furti di biciclette, ci sono i primi indagati

MEDOLLA. Un ragazzino di neppure 15 anni, mirandolese, e un 19enne magrebino residente anche lui a Mirandola. Sono i primi due indagati dell’inchiesta sulla piaga dei furti di biciclette che si sta...

MEDOLLA. Un ragazzino di neppure 15 anni, mirandolese, e un 19enne magrebino residente anche lui a Mirandola. Sono i primi due indagati dell’inchiesta sulla piaga dei furti di biciclette che si sta abbattendo tra Mirandola e Medolla.

Sui due stanno svolgendo le indagini i carabinieri, coordinati dalla procura. Indagini partite dal furto commesso lo scorso 12 di dicembre, quando la coppia è riuscita a prelevare una mountain bike di marca Bd, esposta per la vendita davanti ad un negozio specializzato di via 25 aprile, “Ìl Meccanico” di Enio Nico.

I carabinieri hanno raccolto sufficienti elementi per risalire ai due. I quali avranno però certamente già rivenduto la bicicletta. Come è emerso nei giorni successivi, i misteriosi ladri - che hanno colpito anche nel cortile di un palazzo di Mirandola e davanti alle scuole medie di Medolla - poco dopo il furto le biciclette erano già in vendita a prezzi stracciati su un sito internet per il commercio on line.

La vendita era stata proposta da un giovane bolognese, originario dell’India. Bisognerà
dunque comprendere nello sviluppo delle indagini di quante persone e con quali ruoli sia composta la banda. Di certo il minorenne italiano mirandolese è sulla “buona” strada. Ieri a Mirandola dicevano che sia lo stesso che componeva una baby gang che ha commesso una rapina in città.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon