Quotidiani locali

Un pezzo di Pd chiede le primarie

Verso le elezioni. Il sindaco di Soliera, Roberto Solomita: «La scelta è di tutti»

Un appello al Pd per chiedere al segretario provinciale Fava di trovare un modo per far partecipare gli iscritti alla scelta dei nuovi candidati. A chiedere le primarie, a tre mesi dalle elezioni politiche 2018, è la sinistra del partito modenese: «Cinque anni fa, nel ruolo di responsabile organizzativo del Pd - spiega il sindaco di Soliera Roberto Solomita - ero alle prese con le primarie: nella nostra provincia votarono in 27.969, dando indicazioni molto forti su quali dovessero essere i candidati. Oggi abbiamo una legge elettorale che, a differenza di allora, prevede collegi uninominali e liste “corte”, elementi che rendono ancora più decisiva la scelta di candidati adeguati a rappresentare il territorio. Al di là delle indiscrezioni della stampa sento un silenzio assordante - incalza Solomita - sarebbe un errore drammatico se, invece di consultare gli elettori, le liste scaturissero da accordi determinati da ragioni legate agli equilibri interni invece che dalla necessità di avere candidati competitivi. Vogliamo tentare almeno a Modena di trovare un meccanismo per scegliere i candidati in modo democratico e partecipato o aspettiamo il 5 di marzo per l’analisi della sconfitta?». Quindi, una stoccata al capo della comunicazione nazionale Matteo Richetti, che nei giorni scorsi è stato criticato dagli “orlandiani” sul versamento della quota: «Ovviamente parlo di candidati che siano in regola con i versamenti al partito - conclude il sindaco di Soliera - perché se ti candidi a rappresentare una comunità, rispettarne le regole è un prerequisito». Parole apprezzate anche dall’assessore allo Sport di Castelfranco Leonardo Pastore: «Ricordo bene l’entusiasmo del 30 dicembre di 5 anni fa - spiega - e ho ben presente sia il silenzio assordante di questo inizio di campagna elettorale, sia il senso di smarrimento di tantissimi elettori e militanti. Abbiamo il dovere di fare qualcosa, partendo da Modena, per provare a condizionare delle dinamiche che,
temo, si svilupperanno lontano dai nostri territori». Sulla stessa linea il consigliere comunale di Modena Tommaso Fasano: «Credo sia importante avere la possibilità di scegliere i propri rappresentanti, ma è ancora più importante sentirsi parte di una comunità politica». (l.g.)

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon