Quotidiani locali

Vai alla pagina su Zero14
Modena, la scuola colora il Natale di chi è più sfortunato

Modena, la scuola colora il Natale di chi è più sfortunato

Il progetto di Ausl e ufficio regionale ha coinvolto 6500 bambini Disegni, addobbi ma anche veri e propri spettacoli per i malati

MODENA. Si chiama “progetto Natale a colori”, è nato nel 1999, è promosso dall'Azienda Usl di Modena e dall'Ufficio Scolastico Regionale (Ufficio XII - Ambito territoriale per la provincia di Modena), è sostenuto dalla Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria e quest'anno ha coinvolto oltre 6500 bambini, appartenenti a 285 classi delle scuole della provincia. Dall'Appennino alla Bassa, dalle scuole di Modena città a Carpi, da Castelfranco Emilia a San Cesario e Pavullo, da Sassuolo a Maranello e Formigine (l'elenco completo si può leggere nel sito dell'Ausl). Tutti i distretti sono stati chiamati a partecipare a questo progetto il cui intento è quello di rendere festosa e accogliente l'atmosfera dei luoghi di cura, consegnando a personale, ospiti e pazienti addobbi, presepi, piccoli doni e bigliettini augurali preparati da loro stessi.

Grande ed entusiasta il contributo degli insegnanti delle scuole della provincia che hanno coinvolto gli alunni nella produzione di disegni, oggetti e organizzando anche vere e proprie rappresentazioni, spettacoli, canti di Natale, recite di poesie.

In pratica non si è trattato solo di creare addobbi e decorazioni per rendere natalizi gli ambienti di cura, ma di dedicare tempo e creatività, per coinvolgere i degenti con lo spirito festoso portato dai bambini e dai loro insegnanti. Uno scambio alla pari, considerato che i bimbi si sono comunque portati a casa la gratitudine, il sorriso, l'ascolto, il sorriso, degli ospiti dei luoghi di cura (e qualche regalino).



A fare da trait d'union, la presenza e disponibilità degli operatori dell'Azienda Usl che hanno reso possibile l'incontro fra mondi che sembrano lontani e aiutato a consolidare così la solidarietà e la cultura della donazione.

Il progetto Natale a colori, che conta anche sul coinvolgimento di alcuni Comuni, soggetti privati e associazioni di volontariato, infatti contribuisce a sostenere il protagonismo dei bambini in un percorso educativo orientato alla condivisione, alla comprensione e alla promozione del benessere delle persone, risulta al contempo particolarmente gradito ai pazienti e al personale delle strutture di cura e di assistenza.

Nelle foto si vede la classe 5ªA della scuola primaria Barozzi di Vignola che si è recata all'Asl di Vignola per consegnare gli addobbi natalizi realizzati in classe con le insegnanti. Durante il pomeriggio, i bambini hanno decorato con i loro addobbi i corridoi della pediatria di comunità e della Neuropsichiatria Infantile. Hanno anche partecipato alla consegna della donazione di molto materiale didattico ed educativo al Servizio Sanitario da parte dell'associazione VignolANIMAzione, ricevendo a loro volta un piccolo pensierino. (m.t.)


 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon