Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Addio a Bassoli, sindacalista e fotografo

È scomparso Stefano Bassoli, conosciuto militante di sinistra e sindacalista presso l’ospedale di Baggiovara ma anche fotografo di talento e animatore radiofonico. Si è spento all’età di 57 anni domani i funerali

È scomparso Stefano Bassoli, conosciuto militante di sinistra e sindacalista presso l’ospedale di Baggiovara ma anche fotografo di talento e animatore radiofonico. Si è spento all’età di 57 anni dopo una malattia lasciando un dolore immenso in tutti quelli che lo conoscevano o avevano avuto con lui un contatto e, spesso, una sua foto in regalo. La salma si trova alla Camera Ardente dell'ospedale di Baggiovara. Il funerale si terrà domani alle 9 in forma civile. Il corteo partirà a quell’ora ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

È scomparso Stefano Bassoli, conosciuto militante di sinistra e sindacalista presso l’ospedale di Baggiovara ma anche fotografo di talento e animatore radiofonico. Si è spento all’età di 57 anni dopo una malattia lasciando un dolore immenso in tutti quelli che lo conoscevano o avevano avuto con lui un contatto e, spesso, una sua foto in regalo. La salma si trova alla Camera Ardente dell'ospedale di Baggiovara. Il funerale si terrà domani alle 9 in forma civile. Il corteo partirà a quell’ora dalla Camera Ardente alla volta del cimitero di San Cataldo dove si terrà un ricordo; quindi, seguirà l’ultimo saluto con la tumulazione.

Stefano Bassoli era operatore sanitario presso l’ospedale di Baggiovara dove da anni svolgeva anche l’attività di delegato Cgil per la sicurezza sul lavoro all’Ausl di Modena, un incarico delicato che lo aveva messo in contato con tanti colleghi. Ma era noto anche per la sua infinita passione perla fotografia che esercitava a ogni occasione pubblica. Soprattutto ai concerti: aveva collaborato con Studios’ e anche al Vox Club. Era stato anche animatore radiofonico a Modena Radio City e altre stazioni.