Quotidiani locali

Arrivano i rifiuti di Roma, M5S ai ripari

L’onorevole Michele dell’Orco: «Demagogia, si parla del pattume di soli tre giorni...». Il ministro Galletti: «Crisi evitata»

L’annuncio è arrivato, come si dice, “per le feste”. La spiegazione è stata «il senso di responsabilità. Sia chiaro, però, che è ora di dire basta, di cambiare e adottare ovunque misure strutturali che portino a una svolta, senza dover ricorrere all'intervento di altri territori virtuosi». Il giorno dopo la morale è sempre la stessa: ci guadagna solo Hera. È questo, in sintesi, il bilancio della scelta della Regione di bruciare anche a Modena, così come a Parma e Granarolo, i rifiuti che Roma non sa come smaltire.

Inquadrare il caso come “la Raggi che chiede aiuto a Bonaccini” o “Bonaccini che risolve i problemi della Raggi” sarebbe riduttivo in entrambi i casi. Politicamente il caso va analizzato partendo dal Movimento Cinquestelle, che a Modena si è sempre battuto contro l’inceneritore. Ed ora cosa dice? Il primo a parlare è Michele dell’Orco, fresco di nuova candidatura alla selezione per i prossimi candidati al Parlamento, che prova a giustificare: «L’Emilia Romagna non salva proprio nessuno. Al di là delle frasi demagogiche del presidente della Regione bisogna dire che stiamo parlando solo di 15mila tonnellate di rifiuti, cioè i rifiuti di Roma di soli tre giorni, e non è nemmeno detto che vadano in Emilia Romagna. E a proposito di buon governo del Pd, ci dica il governatore del Lazio Zingaretti che fine ha fatto il piano regionale degli impianti di trattamento a freddo e quello della differenziata spinta su tutta la regione. Invece Roma è già partita con il porta a porta che verrà esteso in tutta la città».

Il giro delle giustificazioni continua anche in casa Pd, dove si scomoda addirittura Matteo Renzi: «Trovo doveroso dire grazie al presidente Bonaccini e all’Emilia Romagna per il senso di responsabilità mostrato sulla vicenda rifiuti. Se Roma non va in crisi è merito dell’azione di sostegno dell’Emilia Romagna. Governare significa essere competenti e capaci, bravo Stefano». Un senso a questa storia prova a darlo addirittura il ministro all’Ambiente Gian Luca Galletti: «La soluzione trovata, emergenziale e dunque necessariamente limitata
nel tempo, è utile a scongiurare l'ennesima situazione di crisi per Roma: si usi questo tempo e questa apertura istituzionale per individuare le soluzioni strutturali che da tempo mancano a Roma quando si parla di chiusura del ciclo integrato dei rifiuti».

Davide Berti

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon